Mertens , dal suo profilo Twitter con il rituale cinguettio, giura amore eterno a Napoli e ai napoletani.

L’attaccante, classe ‘87 è dal 2013 all’ombra del Vesuvio arrivato dall’ PSV Eindhoven per volontà dell’allora tecnico Rafa Benitez.

Dal ritiro con la nazionale belga alla vigilia degli europei, pur non potendo parlare direttamente della squadra azzurra , non fa mistero sul suo futuro.

“Non ho assolutamente nessun motivo per andar via da Napoli. Smentisco ogni voce di partenza. Re Filippo è venuto qui in ritiro e si è congratulato con me per aver battuto il record di Maradona di gol segnati con la maglia del Napoli“, queste le parole pronunciate durante la conferenza stampa con la sua nazionale come riportate dal “Corriere dello Sport”.

“Ciro” come lo chiamano affettuosamente i tifosi azzurri ha voluto prendere le distanze dalle insistenti voci che da giorni lo volevano lontano dai piani di Spalletti.

L’attaccante belga che indossa la maglia numero 14 ha realizzato finora 135 reti in 360 partite ufficiali e nella stagione successiva alla cessione di Higuain ed all’infortunio di Milik, l’allora tecnico Maurizio Sarri lo trasformò in un falso nove ed in campionato realizzo ben 28 reti , risultando insieme a Vojak l ‘unico giocatore del Napoli capace di realizzare gol in tutte le manifestazioni ufficiali.

Con la volontà di continuare il matrimonio che lo lega a Napoli da ormai 8 anni, Mertens può dunque migliorare il suo record come migliore attaccante della storia del Napoli grazie alla sua classe e determinazione.
Troverà sicuramente uno spazio importante nel nuovo Napoli di Mr Spalletti.