• Tempo di lettura:2Minuti

La Juventus è molto vicina all’acquisto di De Ligt, centrale olandese dell’Ajax classe ’99. Il ragazzo è considerabile il miglior centrale under 25 al mondo nonostante sia appena ventenne.

Da anni è titolare nell’Ajax, di cui è anche capitano. L’olandese ha attirato le attenzioni di tantissimi club di primissima fascia, ma nessuno ha affondato il colpo prima della Juve. La società bianconera sta accettando le condizioni di Raiola, il quale in cambio aiuterà la Juve sul cartellino.

Soffermiamoci ora sulla questione economica. Si parla di circa 70 milioni di euro per il cartellino, costo assolutamente favorevole visti i prezzi di tanti difensori, soprattutto in Premier. Dato lo spessore di De Ligt e il contesto attuale, queste cifre sono un vero affare. Qual è allora la spiegazione?

In primo luogo De Ligt ha un contratto fino al 2021, ergo la scadenza è relativamente vicina. In secondo luogo, Mino Raiola, italo-olandese, ha rapporti stretti con i Lancieri, con i quali vige da tempo una collaborazione all’insegna dello scambio di favori.

L’intercessione di Raiola potrà portare la Juve a risparmiare sul cartellino, con l’Ajax che avrà poi favori per altre trattative. Il procuratore ci guadagnerà una lauta commissione e poi subentra la questione ingaggio. Il risparmio sul cartellino verrebbe poi controbilanciato dall’elargizione di un ingaggio più alto al giocatore, con conseguente percentuale sullo stesso a vantaggio di Raiola.

Si attende l’ufficialità dell’acquisto per sapere poi le cifre di tutta l’operazione, nella quale, ancora una volta, la longa manus di Mino Raiola sta avendo un ruolo preponderante.