• Tempo di lettura:3Minuti

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, è intervenuto a Tutti Convocati su Radio24 per parlare del futuro di Dusan Vlahovic, prossimo a lasciare la viola.

“Ancora non siamo alla fine però. Mi hanno criticato perché sono stato trasparente con i tifosi dicendomi che avevo rovinato Vlahovic e la Fiorentina. I numeri dicono il contrario, ha segnato 8 gol dal mio annuncio a ottobre. Ho motivato il ragazzo, vuole dimostrare che è bravo ed è un professionista. Mi piace come ragazzo e sta portando avanti la Fiorentina. Però o Vlahovic, o i suoi agenti o un’altra squadra io non mi faccio ricattare. La Juventus? Io non so se lo può prendere. Voglio dire alla Juventus o all’Arsenal e a tutte le squadre che il padrone di Vlahovic è la Fiorentina devono parlare con noi, non con gli agenti”.

Italiano?

“E’ modesto, è merito di Pradè se è alla Fiorentina. Quando ci ho parlato ero in America, è uomo di famiglia come tante persone alla Fiorentina”.

Iachini?

Il mio grande sbaglio dello scorso anno è stato mandare via Iachini dopo poche partite, ho imparato che queste cose non si devono fare, sarebbe stato meglio lasciar lavorare Iachini, ma c’è stata pressione della piazza e dei giornalisti a Firenze”.

Bilancio?

Il calcio si può falsare dentro e fuori dal campo, a marzo in 24 ore ho mandato 30 milioni per rispettare l’indice di liquidità, a giugno hanno cambiato le regole in materia e ciò nonostante alcune squadre non rispettavano i parametri ma non sono state penalizzate. Non è giusto, le leggi devono essere uguali per tutti. Rocco Commisso ha pagato ogni stipendio e ogni rata delle tasse, non tutti sono così. Io ho sempre pagato, non sono uno di quelli che non paga stipendi da mesi, e voglio rispetto”.

Plusvalenze?

L’inchiesta? La Juventus ha fatto 650 milioni di plusvalenze. Ma com’è possibile che poi la Juventus, così come altre società, sono piene di debiti? Queste cose si possono fare fino ad un certo punto, la società Juventus ha perso 1 miliardo di euro in capitalizzazione in Borsa. I loro problemi influenzano me perché competiamo nello stesso campionato ma io penso solo alla Fiorentina”.

Agenti?

 “Si dovrebbe introdurre una nuova norma, abbiamo parlato con tutte le istituzioni perché voglio aiutare il calcio italiano. Bisogna regolare il rapporto con i procuratori. In America ci sono 5 leghe professionistiche ma non ci sono scambi di denaro cash, gli agenti prendono percentuali sugli ingaggi. Qui è come il Far West, gli agenti chiedono il 10 o il 20%. In un anno gli agenti hanno preso 700 milioni, non possiamo continuare di questo passo. Ogni giorno sono sotto scacco di chi vuole mandare via giocatori come Vlahovic, per dire un nome. Con Gattuso ho avuto uno scontro con un procuratore che aveva la procura sul mio allenatore, su una squadra portoghese e su un giocatore e in una trattativa prendeva soldi da tre parti. Dobbiamo smetterla, gli agenti devono prendere parte ad un solo lato della trattativa”.

Seguici anche su www.persemprenews.it