• Tempo di lettura:2Minuti

Il Pisa è piombato con decisione su Michael Folorunsho, centrocampista offensivo italo-nigeriano in uscita dal Pordenone, ma di proprietà del Napoli, superando la concorrenza di Cosenza e soprattutto Reggina (club in cui ha militato la scorsa stagione) che spingeva per averlo in prestito secco. Soluzione non gradita dal Napoli che intende monetizzare dalla sua cessione o quantomeno impostare una cessione in prestito con obbligo di riscatto. Su queste basi la società nerazzurra è disposta a trattare ed è già in programma per domani l’incontro decisivo con la dirigenza partenopea per chiudere il trasferimento in nerazzurro. Folorunsho, classe ’98, in questa prima parte di stagione ha collezionato 17 presenze condite da tre reti ( compreso il gol dell’1-1 all’Arena Garibaldi sfruttando un errore dell’ex compagno Nicolas) ed è un centrocampista che fa della duttilità la sua arma migliore. Nato come centrocampista centrale, lo scorso anno Baroni lo impiega come trequartista e all’occorrenza interno di centrocampo, riuscendo a trovare continuità di rendimento e diventando uno dei punti fermi della squadra. Abbina una buona tecnica ad una grande fisicità ed abilità negli inserimenti: bravo nell’uno contro uno, ama dialogare con i compagni per creare superiorità numerica.

Nato a Roma, prima di passare nell’estate del 2017 alla Virtus Francavilla con la quale colleziona 66 presenze realizzando 8 gol e 2 assist, nel 2014 viene acquistato dalla Lazio di Claudio Lotito con la quale disputa oltre 50 partite con la formazione primavera sotto la guida di Simone Inzaghi e Andrea Bonatti.. Arrivato a Napoli, De Laurentiis lo gira in prestito al Bari dove non riesce a lasciare il segno e viene ceduto in prestito alla Reggina dove trova la sua consacrazione e un rendimento altissimo da trequartista nel 4-2-3-1 di Baroni, realizzando 6 reti e fornendo 3 assist.

Ora lo aspetta una nuova sfida esaltante in una piazza prestigiosa come quella nerazzurra.