Calciomercato Lazio, un colpo in prospettiva. Anche quest’anno l’acquisto in stile Tare arriva al punto. Oggi è stato ufficiosamente il “Romero Day”. Giovanissimo classe 2004, esterno d’attacco utile nel 4-3-3 di Sarri, soprannominato in Messico mini-Pulce data la sua somiglianza o millantata tale con Lionel Messi.

Oggi, da poche ore ci sono state le visite mediche del ragazzo, che aggregandosi in prima squadra sarà atteso ad Auronzo da mister Sarri. Di certo fino ad ora non ha dimostrato moltissimo con la Liga nel Mallorca, se non fosse per quel a dir poco prematuro esordio contro il Real. Quindici anni e 219 giorni, il più piccolo nella storia della Liga. La concorrenza era certamente feroce, e il ragazzo era cercato da diversi top club, ma Tare è riuscito a strapparlo anche al Siviglia.

Esterno d’attacco mancino, può giocare sia a destra che a sinistra, e dotato di grande velocità abbinata ad un baricentro basso (165 centimetri di altezza). Potrebbe essere un grande innesto per Sarri durante la prossima stagione, anche se non è probabile che vengano affidati al ragazzo più di una manciata di minuti stagionali. Simile a Bobby Adekanye o Pedro Neto come operazione, la Lazio ha sempre puntato molto sui giovani. Questo almeno durante il mercato estivo, perché durante la stagione poi poche volte è stata data giusta fiducia agli stessi.

Calciomercato esterni, Romero non preclude altri colpi

E’ quindi un operazione di mercato sugli esterni che di certo non preclude altri acquisti nella stessa zona di campo. Correa non sembrerebbe più così convinto a partire, ma Julian Brandt sembra sempre più una suggestione piuttosto che una vera pista. Senza Correa non si parlerebbe più neppure di Sarabia. L’attaccante destro sarebbe cercato anche dall’Atletico, e il suo cartellino da 25/30 milioni non permetterebbe alla Lazio di acquistarlo dal PSG senza uno scambio con Correa. Parrebbe inoltre esser spuntato un nuovo nome, quello di Januzaj del Sociedad per l’esterno.

Insomma, Romero è un nuovo giocatore della Lazio; ma la caccia all’uomo sugli esterni non cessa minimamente di tener banco nel panorama biancoceleste. Che ci si stia fossilizzando troppo?

Seguiteci anche su www.persemprenews.it