Con il ritorno di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus e il cambio dirigenziale con Cherubini al posto di Paratici, il mercato della Juventus sta già facendo molto parlare di sè.

Uno dei settori nevralgici della “rivoluzione allegriana”, quella che molti tifosi si aspettano dopo un’annata non proprio esaltante, è sicuramente l’attacco. 

Ronaldo resta o va? 

Uno dei nomi caldi é il suo.

Cristiano Ronaldo è stato al centro di numerosi dibattiti già ben prima dell’inizio del mercato quando diversi rumors lo vedevano già in partenza da Torino a maggio. 

E invece ancora oggi, complice la concentrazione per l’Europeo con il suo Portogallo, non sono emerse voci di un addio certo con il club bianconero. 

Cristiano infatti, come emerso anche da una recente intervista della sua compagna Georgina, potrebbe aver deciso di onorare il suo contratto che lo vede legato alla Juve fino a giugno del 2022. 

Su di lui si fanno insistenti però le pressioni del Psg e in particolare di Nasser Al-Khelaïfi che sarebbe disposto a versare 30milioni per portare il fuoriclasse portoghese sotto la Tour Eiffel. 

Nella trattativa milionaria potrebbe inserirsi Mauro Icardi che , secondo il quotidiano spagnolo AS , avrebbe già dato l’ok all’operazione. 

Icardi piace molto ad Allegri ed è un nome che spesso abbiamo sentito accostato ai bianconeri negli ultimi anni. 

Quali sostituti per Ronaldo?

Su Ronaldo pende quindi l’ago della bilancia del mercato in attacco. 

Se decidesse di partire i nomi dei possibili sostituti, da inserire con Dybala, sarebbero oltre a quello di Icardi: 

  • Arek Milik dal Marsiglia 
  • Edin Dzeko dalla Roma
  • Dusan Vlahovic dalla Fiorentina 
  • Gabriel Jesus in uscita dal Manchester City

Tra tutti questi sembra che i due nomi più caldi siano quelli di Icardi e di Jesus, con i tifosi che sembrano preferire di gran lunga il brasiliano. 

Proprio Gabriel Jesus ha la situazione più interessante. I bianconeri ne stanno parlando con gli intermediari per un’operazione in prestito con riscatto a lungo termine. Un modo così per avere subito l’attaccante dilazionando il pagamento per gli anni futuri. Inoltre al City è in arrivo Kane, è esploso Foden e il brasiliano può cambiare aria dal momento che Guardiola lo ha utilizzato poco nell’ultimo anno.

Morata e Atletico: situazione in bilico

A complicare le trame del mercato bianconero si inserisce anche lui. 

Se infatti la sua permanenza alla Juve era data per certa fino a qualche settimana fa, ora la situazione non appare più così nitida. 

La Juventus starebbe infatti cercando di avere uno sconto dall’Atletico per rinnovare il prestito fino al 2022 ma non alla cifra di 10 mln richiesti dal club spagnolo.

Uno sconto che potrebbe derivare anche dal fatto che Morata ha disputato una stagione al di sotto delle aspettative di società e tifosi? Puó essere. 

Ed è forse per questo motivo che il giocatore, in una recente intervista a Radio Onda Cero ha dichiarato “Non so cosa accadrà. Mi piacerebbe essere allenato di nuovo da Simeone ma non devo scegliere, mi piace giocare sia all’Atlético sia alla Juventus. Giocherò dove mi vorranno di più.”

Insomma le maglie dell’attacco bianconero potrebbero subire un bel cambiamento ma occorrerà aspettare la fine dell’Europeo per saperne di più.