• Tempo di lettura:3Minuti

Se il tanto discusso trasferimento di Granit Xhaka alla Roma dovesse davvero fallire, non possiamo certo dare la colpa a Xhaka. Con il centrocampista svizzero che non ha mai nascosto il suo desiderio di lavorare con José Mourinho alla Roma in questa stagione, molti giornalisti pensavano che fosse solo questione di tempo prima che il 28enne centrocampista dell’Arsenal cambiasse le capitali europee.

Con Xhaka, secondo quanto riferito, disposto a rinunciare a determinati bonus per accelerare il suo trasferimento alla Roma, ha fatto tutto ciò che era in suo potere per ungere le ruote, senza alcun risultato. Con la Roma che non vuole (o forse non può) soddisfare il presunto prezzo richiesto dall’Arsenal da 20 a 22 milioni di euro, secondo quanto riferito i Gunners hanno fatto un voltafaccia, offrendo a Xhaka un nuovo accordo per prolungare il suo soggiorno nel nord di Londra.

Anche se questa fosse una mossa strategica da parte dell’Arsenal, con Xhaka che si è presentato in servizio la scorsa settimana, potrebbe anche non essere un normale bluff. Se il sogno di Xhaka di trasferirsi alla Roma è davvero morto e sepolto, il DS giallorosso Tiago Pinto non deve perdere tempo a compilare una lista di alternative. Secondo La Gazzetta dello Sport, la Roma potrebbe puntare su Teun Koopmeiners dell’AZ Alkmaar o Thomas Delaney del Dortmund per rafforzare le proprie opzioni a centrocampo.

Koopmeiners, di cui abbiamo tracciato un profilo ben preciso in tempi non sospetti, è un centrocampista olandese di 23 anni che ha trascorso tutta la sua carriera con l’Alkmaar ma ha davvero trovato il suo ritmo nelle ultime due stagioni, segnando 30 gol e realizzando 10 assist in 70 presenze in tutte le competizioni. Valutato a circa 17 milioni di euro, Koopmeiners è sia più giovane che più economico di Xhaka, anche se la Roma potrebbe doversela vedere con la concorrenza dell’Atalanta per assicurarsi i suoi servizi.

Delaney, nel frattempo, è un centrocampista danese di quasi 30 anni con più di un decennio di esperienza nella massima serie alle spalle. Anche se il suo score in attacco non è così impressionante come quello di Koopmeiners, è una motorino di centrocampo e potrebbe essere il tipo di baluardo difensivo senza fronzoli che Mourinho può schierare per schermare la difesa.

Mentre fonti ipotizzano che la Roma sia disposta ad aspettare altre due settimane per appianare l’affare Xhaka, queste due valide alternative potrebbero già non essere più sul mercato entro metà agosto, quindi Mourinho e Pinto potrebbero essere spinti a prendere una decisione definitiva entro pochi giorni, prima che sia troppo tardi.

Seguici su Per Sempre News!