Tiago Pinto: “Roma, lavoriamo di squadra per tornare a vincere”

Si è tenuta a Trigoria l’attesa conferenza stampa di Tiago Pinto, nuovo general manager della Roma: profilo basso e nessun proclama da parte del portoghese, che ha analizzato la nuova linea societaria in ambito di mercato e di organizzazione.

La tanto attesa conferenza stampa del nuovo General Manager della Roma Tiago Pinto si è finalmente tenuta oggi a Trigoria, dopo le difficoltà affrontate dal portoghese a causa del Covid-19 e del conseguente isolamento.

In una settimana storicamente calda come quella che porta al derby, Tiago ha potuto finalmente vedere la squadra dal vivo, seguendo per intero l’allenamento di ieri e di oggi, prima di sedersi a rispondere alle mille curiosità di una piazza notoriamente calda come quella romanista.

L’ex-Benfica ha evitato proclama e protagonismi, calcando lo stile che i Friedkin hanno imposto alla società fin dal loro arrivo: poche parole concise, concetti semplici ai limiti della banalità e un deciso low-profile: si costruisce insieme, si ragiona come squadra anche nello staff e la decisione finale spetta a chi mette i soldi.

Interpellato sul possibile arrivo di un direttore sportivo, Pinto ha negato questa possibiltà, chiudendo l’annosa questione con un detto portoghese secondo il quale è più importante discutere delle cose che del nome delle cose”.

Il mercato di gennaio, in corso, è stato discusso con Fonseca ed i Friedkin e attenendosi al fair-play finanziario, si cercherà di migliorare la squadra nei reparti dove è ritenuta carente, rimanendo sempre attenti alle possibili novità che di giorno in giorno questa finestra “di riparazione” offre.

Sui rinnovi si è tenuto sul vago, sbilanciandosi però su Lorenzo Pellegrini, definito “un ragazzo talentuoso, legato ai colori giallorossi e ancora giovane, il profilo ideale”: nessun dubbio quindi sull’imminente proposta di rinnovo del vicecapitano giallorosso, che da trequartista sta vivendo una stagione molto positiva dopo un inizio stentato.

Ultima questione, vincere. Tiago non si è scomposto, affermando sofisticamente tutto e il suo contrario, cioè che ci sono squadre che hanno investito tanto e non hanno ottenuto risultati, pertanto la Roma programmerà a medio-lungo termine: nessuno può dire quando si possa tornare a vincere, potrebbe capitare in questa stagione come nelle prossime, perché la vittoria in una competizione dipende da molte variabili che non sempre sono connesse alla pianificazione.

Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche