Parametri zero, la svendita di grandi nomi

Un undici che in Italia lotterebbe tranquillamente per lo Scudetto con velleità di Champions League grazie ad una panchina lunga e di qualità, la top 11 dei giocatori liberi di accasarsi in altre squadre dal 1 gennaio 2021 fa veramente paura.

Sua maestà Messi è in cima a tutti, per qualità e per nome, un giocatore per cui ogni club del mondo farebbe follie, nonostante l’età: i messaggi di amore di Neymar a corollario di un’offerta faraonica che sicuramente arriverà da parte del PSG, sono la vera tentazione della bandiera blaugrana. L’unica speranza per i tifosi del Barcellona di vederlo finire la carriera con la maglia di una vita è il ritorno di Laporta, presidente che ha fatto la storia del Barca dal 2003 al 2010.

Sergio Ramos, fiero avversario della “Pulga” e capitano del Real Madrid, è il secondo grande nome che salta all’occhio tra i giocatori che possono accordarsi a zero: con 34 primavere sulle spalle, l’età non gioca certo a suo favore, ma un difensore della sua caratura e con il suo carisma farebbe molto comodo a tutte le squadre con ambizioni concrete e a breve termine.

Messi e Sergio Ramos, due totem del calcio spagnolo che potrebbero cambiare aria.

Stesso discorso per un altro grandissimo del Real, Luka Modric: palmares da urlo, qualità e leadership. A 35 anni suonati potrebbe far gola a tante squadre tra Premier e Serie A, con l’Inter avanti a tutte nonostante la situazione Eriksen abbia insegnato che Conte non va molto d’accordo con chi non ha la corsa tra le sue caratteristiche principali.

Il Kun Aguero è più giovane, 32 anni, e forse più abbordabile: recordman di gol con il City di Guardiola, può giocare da centravanti puro o da seconda punta. Se in condizione è ancora devastante, capace di fare reparto da solo. L’impressione è che l’ingaggio faraonico e anche una forma di riconoscenza possa portarlo a firmare un prolungamento con il City anche se la Juventus, con un’operazione in stile Tevez, e altre squadre di Premier hanno chiesto informazioni.

Aguero potrebbe svincolarsi, per Chiellini è più probabile il ritiro

Juventus che porterà Chiellini a scadenza, 36 anni: dipenderà dal calciatore decidere se continuare da calciatore nonostante l’infinità di acciacchi, ripartendo da un’altra piazza, oppure diventare dirigente bianconero, ipotesi non remota dato che i bianconeri hanno l’abitudine di rendere omaggio alle sue bandiere con qualche ruolo nel quadro dirigenziale.

Se si scende con l’età, si arriva a giocatori nel pieno del loro “prime”: Alaba del Bayern Monaco, in scadenza a soli 28 anni è in rotta con il suo Bayern Monaco dopo aver rifiutato il rinnovo. Sembrerebbe che dietro questo diniego da parte del centrocampista austriaco ci sia il Real Madrid, che avrebbe già trovato un accordo con il giocatore con buona pace di Inter e Juventus.

Il più allettante dei giocatori al massimo della loro condizione, anche per il prezzo più abbordabile è certamente Memphis Depay: grande versatilità offensiva, può essere impiegato da esterno, punta e anche da trequartista senza perdere qualità. L’olandese del Lione è sui taccuini di mezza Europa ed è stato accostato a più riprese alla Roma, oltre che ad un’infinità di squadre inglesi, Newcastle ed Arsenal su tutte.

Donnarumma e Calhanoglu non fanno dormire sonni tranquilli ai tifosi rossoneri, il turco è ben lontano da un possibile rinnovo

In Italia Donnarumma sta andando pericolosamente in scadenza insieme al compagno di squadra Calhanoglu: se per il primo il rinnovo è soltanto questione di tempo come affermato da Mino Raiola, il turco è un problema potenziale non indifferente per il Milan, alle prese con le bizze del suo procuratore, forte delle prestazioni sul campo del suo assistito.

Milik, ormai fuori dal progetto del Napoli che lo ha messo alla porta, resta un oggetto misterioso: potrebbe aver trovato un accordo con la Juventus dopo esser stato ad un passo dalla Roma. Il suo futuro sembrerebbe ancora in Italia, ma dove? Il polacco scalpita per giocare e vorrebbe andare via già a gennaio ed anche il Napoli vorrebbe monetizzare quel minimo che si può avere per un giocatore in scadenza. Arek Milik, insomma, è una pista caldissima di questa finestra di mercato che difficilmente aspetterà giugno per accasarsi altrove.

Si aggiungono all’elenco il campione d’Inghilterra e d’Europa Georgino Wijnaldum, in uscita da Liverpool, Julian Draxer talento tedesco da rivitalizzare che si è smarrito nel PSG come del resto Bernat, anch’esso insoddisfatto a Parigi e voglioso di nuove sfide.

Raramente si è assistito a una quantità di talento così allettante tra i parametri zero, con alcuni di questi nomi che potrebbero veramente stravolgere gli equilibri del calcio mondiale. Una cosa è certa: ci sarà da divertirsi nel vedere le mirabolanti offerte e le aste che alcune di queste stelle planetarie potranno scatenare tra i potenti del calcio.

Banner 300 x 250 – Caseificio – Post
Potrebbe piacerti anche