Liberato Cacace, un paisà al centro del calciomercato

Focus con tanto di video su Liberato Cacace, esterno sinistro che ha impressionato ai Mondiali under 20 e non solo. Date le sue origini, una chiamata dall'Italia sembra la naturale conseguenza

La A-League australiana è il campionato che ha visto il crepuscolo di Alessandro Del Piero. Il Wellington Phoenix, squadra della capitale neozelandese Wellington, che aveva ancora due partite da disputare davanti ai tifosi di casa, è stata costretta a recarsi a Sydney per completare gli ultimi sei turni della regular season.

Il Wellington Phoenix compete, appunto, nella A-League australiana. La squadra sta ben figurando in campionato e si trova al terzo posto in classifica. Il calciatore più in vista è l’italo-neozelandese Liberato Cacace, seguito dal Bayern prima che i tedeschi optassero per Alphonso Davies un anno e mezzo fa.

Pur avendo debuttato con la prima squadra del Wellington Phoenix all’età di 17 anni e avendo già maturato una certa esperienza nei mesi precedenti con la squadra riserve nella massima serie neozelandese, Liberato Cacace è esploso nella scorsa stagione. Il terzino sinistro originario di Massa Lubrense è diventato titolare fisso nello scacchiere di Mark Ruddan, contribuendo al raggiungimento del sesto posto della squadra neozelandese nella A-League australiana.

Il classe 2000 si è trovato a suo agio nel ruolo di esterno sinistro, giocando indistintamente come quarto di difesa o esterno sinistro di centrocampo, con ampie libertà di movimento. Mark Ruddan gli ha chiesto di fare tutta la fascia, arrivare al cross o anche alla conclusione.

Liberato Cacace ha concluso la sua straordinaria stagione con prestazioni maiuscole ai Mondiali U-20 della scorsa estate in Polonia. Per la prima volta, la squadra dei Kiwi ha vinto due partite del girone a qualsiasi livello della Coppa del Mondo e ha addirittura raggiunto i quarti di finale, uscendo solo ai rigori contro la Colombia.

La nazionale oceanica ha lasciato una piacevole impressione a livello collettivo. Liberato Cacace è stato uno dei calciatori più brillanti insieme al portiere Michael Woud, al centrale George Stanger o al trequartista Sarpreet Singh, ex compagno di squadra di Cacace al Wellington Phoenix. Quest’ultimo è arrivato al Bayern nel 2019, ha già esordito in prima squadra e sta facendo grandi cose nella squadra riserve. Bayern che, lo ricordiamo, aveva seguito lo stesso Liberato Cacace.

Dopo una stagione passata a giocare da titolare in un campionato certamente di basso spessore tecnico ma decisamente impegnativo a livello fisico, Cacace si è distinto rispetto ai vari età, mostrando ottime qualità anche da terzino sinistro in linea a quattro. Il terzino di origini campane ha impressionato per il miglioramento in termini di disciplina e in fase difensiva. Cacace ha la capacità, non scontata per un 19enne, di giocare con la testa alzata e osservare minuziosamente i compagni a cui passare il pallone.

A pochi mesi dal compimento dei 20 anni di età, il terzino italo-neozelandese si è resto protagonista di un grande balzo in avanti sul piano fisico, irrobustendosi in maniera impressionante. Il ragazzo è alto 1,84 e ha sviluppato una spiccata abilità nel colpo di testa. La disciplina da lui acquisita gli ha consentito di poter essere impiegato indistintamente in uno schieramento a tre a quattro, sempre sull’out sinistro. Con il nuovo tecnico Ufuk Talay, il Wellinghton Phoenix si dispone con un 4-4-2.

Cacace continua ad essere una forza trainante in fase offensiva, con le sue corse continue sulla sinistra e l’ottima capacità di crossare e anche concludere. Inoltre, il terzino sinistro originario di Massa Lubrense è dotato di un’eccezionale cambio di ritmo che gli permette di superare l’avversario anche da fermo. La sua intelligenza e il suo spirito di sacrificio gli consentono di recuperare la posizione una volta persa palla. Grazie a velocità e resistenza fuori dal’ordinario, questi recuperi sono resi più semplici. In attesa di un ulteriore miglioramento a livello posizionale, per adesso rimedia con le doti atletiche.

La costanza che ha acquisito nel corso di questa stagione e le grandi prestazioni al Mondiale under 20 fanno di Cacace un calciatore molto appetibile sul calciomercato. Proveniente da un mercato non particolarmente costoso, il suo contratto con il Wellington Phoenix scade nel giugno 2021 e i neozelandesi hanno tutto l’interesse a fare cassa.

Il ragazzo parla correntemente italiano e non avrebbe difficoltà ad adattarsi al nostro campionato. Uno con le sue caratteristiche potrebbe essere perfetto per il Napoli, alla ricerca di un terzino sinistro da affiancare a Mario Rui. Le sue abilità offensive lo renderebbero anche adattissimo a giocare come esterno di centrocampo nella Lazio di Simone Inzaghi o nell’Atalanta di Gasperini. Il nome è sconosciuto ai più, ma è un elemento di sicuro avvenire…

 

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Potrebbe piacerti anche