“In Spagna mi è molto difficile essere felice”. Morata lascia la Nazionale?

Riflessioni importanti per Alvaro Morata sul suo futuro con la Nazionale della Spagna. L’attaccante dell’Atletico Madrid potrebbe decidere di ritirarsi e di concentrarsi solo sulle sfide di club. Lui che ha trascinato per anni le Furie Rosse, in questo Europeo ha timbrato solo un gol in 5 apparizioni (contro la Croazia nel 3-0 della prima partita della Fase a Girone). Un declino? No semplicemente gli avversari hanno una marcatura asfissiante e di conseguenza le sue percussioni non sono delle migliori. Nell’ultima stagione, Alvaro Morata ha realizzato 21 gol e 5 assist in 48 presenze tra campionato e coppe varie trascinando l’Atletico Madrid.

A El Mundo, come ha riportato il sito di Alfredo Pedullà, Alvaro Morata ha parlato dell’ipotesi di addio alla Nazionale Spagnola “Può darsi, è una possibilità di cui non voglio parlare molto, ma è probabile. Non sono affatto infelice. Ma è vero che in Spagna mi è molto difficile essere felice. Alla fine esce sempre qualcosa da qualche parte. L’altro giorno per aver fatto un gesto ai giornalisti, semplicemente fischiando, un gesto che sarebbe rimasto tra noi, ma qualche giornalista lo ha tirato fuori e… Era solo un gesto, ma qualcuno ne ha approfittato per criticare, come sempre. Per quanto riguarda la questione se mi hanno dato un cartellino giallo o meno, alcuni hanno detto spero che glielo diano, oppure giochiamo meglio senza di lui. Anche quando le cose vanno bene. La gente mi rispetta. In Spagna non c’è rispetto per niente e per nessuno. Attaccato per invidia? Sì, lo penso anch’io, può essere. Ma non è piacevole. Ecco perché continuo a pensare, anche se sono concentrato sugli Europei, che non so se sia la cosa migliore per me restare in Spagna”.