L’estate 2024 per molte squadre di Serie A sarà un vero e proprio anno zero dal momento che, dopo la stagione appena conclusa, molti cicli sono arrivati alla fine. Tra queste compagini impiegate in una vera e propria rivoluzione c’è la Fiorentina, reduce dalla seconda sconfitta consecutiva in una finale Europea. Lo scorso 29 maggio, infatti, i gigliati sono stati sconfitti nell’ultimo atto della Conference League dall’Olympiakos nella finale di Atene. Il primo passo della rivoluzione viola è stato il cambio dell’allenatore, dal momento che Vincenzo Italiano, il tecnico che ha riportato la Fiorentina in Europa dopo alcune stagioni turbolente, è passato al Bologna.

Il nuovo ciclo del club toscano avrà come protagonista il promettente allenatore Raffaele Palladino, reduce da un biennio sulla panchina del Monza con cui ha raggiunto due tranquille salvezze. Una volta scelto il nuovo tecnico il sodalizio guidato dall’imprenditore italo-americano, Rocco Commisso, è al lavoro in sede di mercato per puntellare la rosa in vista della prossima stagione.

Un nuovo esterno

Uno dei reparti che necessita di qualche ritocco è certamente l’attacco. Nella stagione 2023-2024 il capocannoniere della Fiorentina è stato l’esterno argentino Nico Gonzalez, autore di 16 reti tra campionato e coppe varie. Deludente, invece, è stato il rendimento degli altri componenti dell’attacco viola dal momento che solo Beltran è riuscito ha raggiungere la doppia cifra in questa stagione.

nico gonzalez
Foto twitter account Fútbol Al Minuto 🏟

Nemmeno l’arrivo di Andrea Belotti nel mercato di gennaio è riuscito ad alzare il numero di realizzazioni della squadra di Italiano. Per tanto in questa sessione di mercato il Ds Daniele Pradè sta cercando nuovi attaccanti per potenziare il reparto offensivo e il primo nome sarebbe una vecchia conoscenza del massimo campionato italiano. Secondo quanto riportato dal sito Fantacalcio.it pare che la Fiorentina abbia messo gli occhi su Nicolò Zaniolo, ex esterno d’attacco della Roma. Il talentuoso calciatore classe 1999, in grado di ricoprire tutti i ruoli del fronte d’attacco, è di proprietà del Galatasaray, che in questa stagione l’ha girato in prestito all’Aston Villa in Premier League. Con le maglie dei Villans, Zaniolo, ha collezionato trentanove presenze tra campionato e coppe varie condite da tre gol.

Premier League Zaniolo

Attualmente l’ex romanista sta recuperando dall’infortunio al metatarso che l’ha costretto a chiudere anzitempo la stagione, ma di certo non mancano le richieste. La Fiorentina, al momento, sembra destinata ad un vero e proprio braccio di ferro di mercato con l’Atalanta, attuale detentrice dell’Europa League, intenzionata a portare in nerazzurro il figlio d’arte di Igor Zaniolo.

La volontà del diretto interessato, come riporta La Gazzetta dello Sport, è quella di tornare a giocare in Serie A e nei prossimi giorni il club viola potrebbe avanzare la prima offerta al Galatasaray. Piccola curiosità: Nicolò Zaniolo è stato l’uomo che ha deciso la finale di Tirana nel 2022, facendo vincere alla Roma l’edizione inaugurale della Conference League contro il Fayenoord. Che sia un calciatore di tale esperienza quello che manca ai viola per vincere l’ambito titolo?

Capitolo punta centrale

Per quanto riguarda il ruolo di punta centrale la società gigliata sta cercando un nuovo attaccante e sta passando al setaccio diversi profili. A partire dovrebbe essere l’angolano Mbala Nzola, finito nel mirino dell’Udinese. Il posto dell’ex Spezia potrebbe essere preso da vari promettenti attaccanti. In cima alla lista dell’uomo mercato della Fiorentina, Pradè, c’è l’attaccante del Genoa, Mateo Retegui. Il club ligure ha chiesto per l’attaccante oriundo 30 milioni, cifra considerata eccessiva dal sodalizio di Comisso. Per tanto potrebbe arrivare alla corte di Palladino Andrea Pinamonti, attaccante classe 1999 reduce dall’amara retrocessione col Sassuolo.

pinamonti como serie a
Foto twitter account Sassuolo

Tuttavia, nel campionato appena concluso, l’attaccante scuola Inter ha messo a segno undici gol in trentasette presenze. Sul possente centravanti ci sono anche le neopromosse Como e Parma, ma la presenza alla prossima edizione di Conference League potrebbe essere il fattore decisivo che potrebbe portare Pinamonti a sposare la causa dei viola.