Alle ore 18 l’Allianz Stadium di Torino ospita l’ultima giornata di campionato con il match Juventus-Monza. 

I bianconeri, sotto la guida di Paolo Montero dopo l’esonero di Allegri, sono reduci da ben sei pareggi consecutivi e vogliono chiudere in bellezza una stagione altalenante. La vittoria manca dal 7 aprile dall’1 a 0 contro la Fiorentina che porta la firma di Gatti. Vincere vorrebbe dire scavalcare il Bologna in classifica, reduce dalla sconfitta di ieri sera contro il Genoa, e chiudere la stagione al terzo posto con 71 punti. Anche i brianzoli di Raffaele Palladino non se la passano meglio considerando che, conquistata la salvezza, non vincono dal 16 aprile e sono fermi al 12º posto in classifica con 45 punti. Comunque vada sarà una serata di grandi emozioni allo Stadium visto che la squadra effettuerà un giro di campo con la Coppa Italia, conquistata il 15 maggio in finale contro l’Atalanta. I tifosi inoltre saluteranno Alex Sandro che lascia i bianconeri dopo ben 9 anni. Ma vediamo ora nel dettaglio le scelte dei due tecnici per il match di stasera. 

JUVENTUS, MONTERO SCHIERA IL TRIDENTE OFFENSIVO 

Paolo Montero ha deciso di non parlare in conferenza stampa alla vigilia del match come aveva fatto settimana scorsa per la sfida al Dall’Ara. Per l’ultima giornata di campionato il tecnico uruguaiano dovrà fare a meno di Cambiaso, fresco di rinnovo con i bianconeri fino al 2029, fermato una giornata dal giudice sportivo. Al suo posto spazio a Weah sulla fascia destra. Confermata la difesa a tre con Rugani, che ha rinnovato fino al 2026, Danilo e Alex Sandro a protezione di Perin tra i pali. Cambio di modulo con un centrocampo che passa da 5 a 4 e sarà composto da Fagioli, Alcaraz e Rabiot. In attacco Montero si affida al tridente offensivo formato da Milik, Chiesa e Yildiz. 

3-4-3: Perin; Danilo, Rugani, Alex Sandro; Weah, Fagioli, Alcaraz, Iling; Chiesa, Milik, Yildiz. All. Montero

MONZA, DUBBIO IN PORTA PER PALLADINO 

Raffaele Palladino ha presentato così la sfida contro la Juventus nella consueta conferenza stampa della vigilia: “Credo molto nel destino e non è un caso aver iniziato il mio percorso qua con la Juventus e concludere questa stagione con la stessa squadra. Abbiamo battuto grandi squadre, tutte le big e domani dovremo cercare di chiudere in bellezza”. 

Palladino recupera Carboni e punta su di lui e su Colpani per supportare in attacco Mota Carvalho preferito a Djuric. A centrocampo spazio a Pessina e Bondo con Birindelli e Zerbin sulle corsie esterne. Dubbio in poeta dove Di Gregorio non è al meglio: se non dovesse farcela, la porta sarà difesa da Sorrentino. 

3-4-2-1: Di Gregorio; Izzo, P. Marì, Caldirola; Birindelli, Pessina, Bondo, Zerbin; Colpani, Carboni; Mota Carvalho. All. Palladino

La partita sarà trasmessa in diretta esclusiva sulla piattaforma DAZN a partire dalle ore 18. 

ARBITRO: Ferrieri Caputi di Livorno. 

ASSISTENTI: Cecconi-Bercigli. 

IV UOMO: Baroni. 

VAR: Paterna. 

ASS. VAR: Miele.