Il Genoa di Alberto Gilardino, dopo aver raggiunto la salvezza con grande anticipo rispetto alle concorrenti, si congeda dal campionato di Serie A con una vittoria contro la rivelazione Bologna. Davanti al pubblico del Marassi il Grifone si è imposto per 2-0 sui felsinei grazie alle reti dell’ucraino Malinovskyi, andato a segno nel primo tempo e del portoghese Vitinha nella ripresa. Con questo successo il Genoa conclude il proprio percorso a quota 49 punti, un punto in più rispetto a quanto raccolto dalla squadra guidata da Gian Piero Gasperini neopromossa in massima serie nella stagione 2007/2008.

Nel post partita di Genoa-Bologna il tecnico dei rossoblù Alberto Gilardino ha commentato il successo della sua squadra ai microfoni di Sky Sport, come riportato dal sito Gianlucadimarzio.com.

Sono felice ed entusiasta per come siamo cresciuti settimana dopo settimana. Abbiamo sempre dato tutto. Bravi i ragazzi e la squadra. Anche stasera ci tenevamo a chiudere nel miglior modo possibile, ci meritavamo una serata del genere con il nostro pubblico. Quest’anno eravamo una sorpresa, il prossimo saremo una realtà. Sarà un campionato diverso e complicato, ma abbiamo un’ottima base di squadra. Sappiamo che la società dovrà fare delle scelte su delle cessioni, ma mi auguro che arrivino nuovi giocatori che abbiano pari valore a quelli che andranno via. Noi lavoriamo con tutti nel miglior modo possibile. Ci rimboccheremo le maniche e ripartiremo con grande ambizione

Dipenderà molto dalle cessioni, poi dovremmo intervenire. Abbiamo la necessità di farsi trovare pronti, la società lo sa. Dobbiamo valorizzare i giovani, e così ci vorrà tempo anche se nel calcio non c’è. È probabile che arriveranno giocatori giovani, da altri campionati, e ci vorrà tempo per lavorarci. Tutti lo devono sapere, bisogna essere realisti. Quest’anno è stato straordinario per la nostra realtà, abbiamo fatto un qualcosa di unico. Ora mi aspetto di ritrovare una base solida di squadra con innesti di livello“.