Nella gara di andata delle semifinali Play-off di Serie B il Palermo è stato sconfitto dal Venezia per 0-1 davanti al pubblico amico del Renzo Barbera. I rosanero hanno disputato un buon primo tempo, sfiorando tre volte il gol a ridosso della mezz’ora con i tentativi di Lucioni e Diakitè. Nella ripresa i lagunari hanno trovato il gol con Pieri, che ha trafitto Desplanches al 62′. In seguito a questa sconfitta la strada si fa in salita per gli uomini di Mignani che nella gara di ritorno, in programma venerdì 24 maggio allo stadio Pier Luigi Penzo di Venezia, dovranno vincere con due gol di scarto per poter approdare alla finalissima degli spareggi promozione, contro la vincente di Catanzaro-Cremonese.

palermo
Foto Twitter account calciomercato.com

Nel post partita di Palermo-Venezia il tecnico dei rosanero Michele Mignani ha commentato la sconfitta della sua squadra nel partita di andata delle semifinali dei Playoff di Serie B, come riportato da Mediagol.

“La squadra ha fatto la prestazione nella maniera giusta, è entrata in campo conscia di giocarsela al meglio e a tratti per me abbiamo fatto meglio dell’avversario, poi il gol ha fatto male. In quel momento nessuno pensava potessimo subire gol. Dovevamo fare qualcosa in più. Crediamo di poter andare a Venezia e ribaltare il risultato. Abbiamo buttato gli ultimi minuti di partita ci siamo innervositi. Partita spezzettata, a volte ci precludiamo la possibilità di giocarcela. Dovevamo gestire meglio i minuti finali. Il gol non l’ ho rivisto, si mischia la bravura dell’avversario a poter fare meglio. È stato un episodio.

Traorè? Pensavo di ottenere quello che gli vedo fare in allenamento bravo nell’uno contro uno e negli spazi stretti. Non abbiamo sbagliato tante scelte, il Venezia ha tanta fisicità in difesa. Siamo riusciti a creare qualcosa, se riuscissi sfruttare gli angoli… Ma anche li hanno tanta struttura e si sono opposti bene. Faccio i complimenti alla squadra, sono stati in campo bene. Pensate che il Venezia sia così tranquillo? Secondo me no. Quindi c’è possibilità anche per noi. Desplanches verrà valutato nei prossimi giorni, così come Lund. Non credo sia nulla di grave. Ma si giocano tante partite in pochi giorni, bisognerà capire e gestire. Ora bisogna crederci e fare due gol più di loro”.