La storia tra la Juventus e Max Allegri si è conclusa, in maniera tutt’altro che idilliaca. Un comunicato freddo e striminzito condito – secondo le indiscrezioni – di una contestazione disciplinare dovuta agli atteggiamenti tenuti nel corso della serata di Coppa Italia. Nelle prossime settimane se non mesi, è possibile che l’allontanamento del livornese possa evolversi e trovare la sua conclusione in sedi legali. Tralasciando però questa cornice, dal punto di vista meramente sportivo, il futuro di Allegri è piuttosto incerto. Al termine del suo primo ciclo alla Juventus, Allegri aveva lasciato da vincente e da figura ambita. Tuttavia, il secondo triennio non è stato all’altezza del primo, seppur conclusosi con la Coppa Italia in bacheca, unico trofeo della seconda gestione.

allegri galeone
Allegri

In una simile situazione, appare difficile che l’ormai ex Juventus possa permettersi un anno di fermo, facendo dunque emergere la necessità di rimettersi subito in gioco, anche solo per dimostrare – eventualmente – ai bianconeri di aver commesso un errore. L’esperto di mercato, Nicolò Schira, ha approfondito la questione sul futuro di Allegri sul proprio canale YouTube. Il giornalista sottolinea come potrebbe farsi nuovamente sotto l’Arabia Saudita, ma anche che appare difficile una risposta positiva del tecnico, in quanto legato alla famiglia che risiede stabilmente a Torino e a una non proprio eccellente padronanza dell’inglese.

Allegri boccia l’Arabia: l’entourage l’ha offerto al Bayern Monaco

In seguito parla di un top club europeo al quale l’entourage di Allegri lo avrebbe proposto. Evidenzia come si tratti di una squadra con un palmarès (anche europeo) non indifferente, che ha concluso la stagione senza titoli e che, ad oggi, non ha nessun tecnico confermato per la prossima stagione. Unendo i puntini si presuppone che si tratti del Bayern Monaco che è alla ricerca di un nuovo allenatore dopo diversi rifiuti nelle passate settimane. Non risultano invece, al momento, offerte o piste per allenare una squadra in Italia, né tantomeno in Spagna, Francia o Inghilterra.