alluvione brasile

Il Brasile sta affrontando una situazione tragica. Forti alluvioni hanno colpito il sud del paese, mettendo in ginocchio la popolazione. La Federazione calcistica ha deciso di sospendere il campionato a causa della gravità della situazione. Le prossime due giornate di Serie A non si giocheranno, poiché le partite delle squadre della regione colpita (Gremio, Internacional e Juventude) erano già state rinviate.

alluvione brasile

La ripartenza del campionato è prevista per il nono turno, l’1 giugno, ma non è certo che le giornate rinviate verranno recuperate. Il presidente della Cbf ha dichiarato che il campionato dovrà comunque terminare entro l’8 dicembre e non ci saranno proroghe a causa del calendario fitto. La Federazione ha sottolineato l’importanza di non separare lo sport dalla società: “Non possiamo dimenticare che lo sport e la società camminano mano nella mano e non possono separarsi in un momento così difficile per il popolo brasiliano”.

Nel frattempo, le operazioni di soccorso continuano nello stato meridionale del Rio Grande do Sul, dove gran parte della regione è sommersa dall’acqua. Il livello dell’acqua è salito a 149, mentre più di 600.000 persone sono state costrette a lasciare le proprie case e 108 sono ancora disperse. Le inondazioni, considerate le peggiori degli ultimi 80 anni, sono state causate da forti piogge iniziate il 29 aprile, che hanno provocato frane e il crollo di una diga idroelettrica. Nel Rio Grande do Sul ci sono tre club di calcio di prima divisione: Gremio, Internacional e Juventude. La Cbf ha già deciso di sospendere le partite nello stato, confinante con Uruguay e Argentina, per almeno 20 giorni.