smalling roma

Il numero di partite giocate da Smalling con la maglia della Roma nella stagione 2023-24 è lo stesso di quelle che ha giocato Renato Sanches. Questo dimostra quanto sia stata deludente la sua stagione, che potrebbe essere anche l’ultima alla Roma. Inizialmente doveva essere il pilastro della difesa, ma si è rivelato il grande fallimento della stagione. La sua assenza ha pesato sia sotto la gestione di Mourinho, che ha dovuto adattare continuamente la difesa a tre, sia sotto quella di De Rossi, che aveva bisogno di affidarsi a lui ma invece lo ha visto spesso in infermeria o spaesato in campo. È un vero peccato per la Roma, perché Smalling avrebbe fatto la differenza negli schemi di Mourinho e di DDR.

roma smalling

Adesso Smalling è uno dei giocatori più criticati dalla tifoseria e tra i primi a essere nella lista dei cedibili a causa delle sue prestazioni, dell’età e dell’alto costo del suo stipendio. Il rapporto qualità-prezzo non regge più il confronto. Il difensore inglese, consapevole della situazione, vorrebbe convincere De Rossi ad affidargli una maglia da titolare accanto a Mancini nella sfida contro il Genoa. L’idea di Chris Smalling è di giocare l’ultima partita allo Stadio Olimpico come protagonista, davanti ai suoi fan, alla sua famiglia e alla città, in un momento nostalgico. Tuttavia, il suo rapporto con la tifoseria è stato compromesso a causa dei problemi avuti con Mourinho negli ultimi anni.

Se andrà via da Roma, per Smalling sarà Arabia Saudita

Di conseguenza, la società non avrà problemi a venderlo per risparmiare denaro e investire in nuovi talenti. Smalling è stato cercato da club ricchi in Arabia Saudita l’estate scorsa, ma non è chiaro se lo siano ancora. La Roma aveva rinnovato il suo contratto prolungandolo di due anni solo un anno fa, ma il difensore ora deve trovare una squadra, altrimenti resterà nella capitale con un ruolo non ancora definito.