Tornare a vincere lo scudetto dopo 33 anni a Napoli è sicuramente un grande traguardo storico raggiunto da Luciano Spalletti e i giocatori azzurri ma quello che purtroppo si è verificato nella stagione dopo ha dell’incredibile. Con la sconfitta rimediata contro il Bologna nella 36esima giornata di campionato, la squadra di Calzona ha stabilito un record negativo che durava da più di 70 anni.

I partenopei infatti, anche se dovessero trionfare contro Fiorentina e Lecce, chiuderebbero solo a 57 punti, diventando appunto il peggior campione d’Italia della storia. Gli azzurri infatti chiuderanno la stagione 2023/24 peggio di quella fatto dal Torino post Superga (1949/50) che ne fece 41, che con il sistema attuale dei tre punti equivalgono a 58. Un record assolutamente negativo visto il campionato stellare giocato lo scorso anno e raccontato con tanto amore nel docufilm Sarò con te, ancora nelle sale cinematografiche. Vero, si sono susseguiti ben tre allenatori in questa stagione: dalla scelta, forse azzardata, di Garcia poi il ritorno al passato con Mazzarri e Calzona. Giocatori sottotono che non sono riusciti a stare al passo forse dei tecnici in panchina, una Coppa Italia non considerata e la Champions League chiusa agli ottavi di finale come Lazio e Inter.