dumfries inter rinnovo

A scudetto ormai conquistato, l’Inter da un paio di settimane pensa al futuro. Maggio è il mese dei sondaggi, dei primi approcci, mese in cui vige ancora acqua calma. Certo è che la concorrenza non sta mica ad aspettare, di conseguenza giocare d’anticipo è la soluzione. Denzel Dumfries, molto probabilmente, saluterà i nerazzurri, visto anche il contratto in scadenza nel 2025. Considerata la salute precaria di Cuadrado, il solo Darmian non basta, specie in una stagione falcidiata di impegni come la prossima dove ci sarà il Mondiale per Club.

Per questo motivo, il triumvirato Marotta-Baccin-Ausilio ha messo in agenda il nome di Amar Dedic, esterno destro bosniaco di proprietà del Salisburgo. Il club austriaco lo valuta circa 20 milioni di euro, cifra che l’Inter sarebbe anche disposta a spendere solo se Dumfries verrà ceduto intorno ai 25-30 milioni. Lo United è una delle pochissime squadra, al momento, interessate all’olandese, visto che vuole sostituire Wan-Bissaka. Le relazioni col Salisburgo sono molto buone per l’Inter, anche se il contratto in scadenza fino al 2027 del giocatore rappresenta un piccolo ostacolo. Quest’anno Dedic ha raccolto 30 presenze in stagione, condite da 3 gol e 5 assist. Va veloce, fisicamente è prestante, ha capacità di uno contro uno, è buono per l’età e tatticamente disciplinato. Per Inzaghi sarebbe perfetto.