La Roma torna in campo in Europa League contro il Bayer Leverkusen, nella speranza di ribaltare il 2-0 dell’andata e raggiungere la finale. Ad aggredire nei primi minuti di gara sono però i tedeschi che, segnando una rete chiuderebbe i giochi. I giallorossi però non mollano e Lukaku al 4′ va vicinissimo al gol. Primo quarto d’ora di grande intensità da parte di entrambe le formazioni, ma i padroni di casa sembrano avere un piglio in più. Tuttavia, nel complesso, la partita è molto equilibrata. Di fatti, dopo mezz’ora di gioco il risultato resta sullo 0-0, sebbene ci siano state occasioni da ambo le parti. Questo risultato non andrebbe però a genio ai giallorossi, in quanto hanno necessitò di segnare due volte solo per andare ai supplementari, assumendo che gli avversari non segnino.

Difese solide sia lato Roma che lato Bayer Leverkusen, ma in questa seconda metà del primo tempo decisamente maggiore pericolosità da parte dei tedeschi. Tuttavia, al 41′ Azmoun viene trattenuto da Tah in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Sul dischetto va Paredes che buca il portiere e segna la rete dell’1-0. I giallorossi, rinvigoriti e sull’onda dell’entusiasmo per il gol, tentano di andare a riposo su una situazione di parità di risultato tra andata e ritorno continuando ad attaccare. A recupero scaduto, l’arbitro fischia la fine della prima frazione che si chiude col vantaggio dei capitolini.

Secondo tempo

Secondo tempo che inizia sulle ombre del primo, con la Roma che cerca il raddoppio ai danni del Bayer Lerverkusen per riportare il totale in parità. Conclusione potenzialmente pericolosa di Azmoun al 56′ ma Kovar in volo salva la porta. I tedeschi hanno perso lucidità e precisione in questa seconda frazione, sicuramente anche a causa della pressione continua da parte degli uomini di De Rossi. Di nuovo Kovar si sdraia sulla conclusione di El Shaarawy e sulla ripartenza tedesca Svilar lucidissimo sventa il tiro di Hofmann. Gara molto emozionante fin qui, nonostante sia stata segnata una sola rete.

roma leverkusen

Cambi di fronte continui con sia Roma che Bayer Leverkusen che sembra possano segnare da un momento all’altro. Proteste giallorosse per un presunto tocco di mano in area tedesca. Dopo un consulto col VAR e una revisione al monitor, l’arbitro assegna il secondo rigore per i capitolini. Dagli 11 metri va ancora Paredes che sulle spalle ha la responsabilità più grande della stagione. L’argentino non sbaglia e segna il 2-0 ed ora il risultato, considerando l’andata, è nuovamente in parità. Ora per i giallorossi la situazione è favorevole anche se complicata, dato che i tedeschi in stagione hanno più volte ribaltato la partita nei minuti finali.

roma mancini

Tanta stanchezza da entrambe le parti, ma nessuna delle due squadre vuole mollare. Ciò nonostante, all’82’ la Roma incassa la rete del Bayer Leverkusen derivante da una incomprensione difensiva; su corner dei tedeschi, Svilar sbaglia l’uscita, ostacolato anche da Smalling, con il pallone finisce addosso a Mancini che inavvertitamente lo manda nella sua porta. Nuovo assalto da parte dei capitolini che desiderano ardentemente di potersela giocare ai supplementari, senza però riuscire a segnare. Al 97′ segna di nuovo il Bayer Leverkusen che non solo conquista la finale, ma supera il record d’imbattibilità detenuto dal Benfica. La gara termina dunque 2-2 e la finale di Europa League sarà tra i tedeschi e l’Atalanta.