Il Venezia affronterà lo Spezia allo stadio Picco domani alle ore 20:30. La squadra veneta ha una sola possibilità di salire in Serie A solo se batterà gli spezzini e il Como di perdere contro l’Ascoli. La distanza tra le due squadre è di 2 punti a favore dei lombardi. Saranno 90 minuti infuocati questi per i club di Serie B per raggiungere i propri obiettivi. Dopo un anno di grande battaglia, la squadra allenata da Paolo Vanoli ha intenzione di raggiungere tale scopo, anche se oramai dipende tutto dalla sfida tra Como e Ascoli.

Foto Twitter account Venezia FC

Il tecnico Paolo Vanoli ha presentato la sfida tra il Venezia e lo Spezia, ultima partita del campionato di Serie B: “Dobbiamo vivere questo momento con serenità, sappiamo di avere l’1% di possibilità di salire direttamente domani e siamo orgogliosi di essere riusciti a tenere un campionato aperto fino all’ultimo. Come già ho detto per le partite precedenti, finché avremo anche solo una piccola possibilità di vincere vogliamo dare tutto. Sappiamo anche che lo Spezia si gioca un obiettivo molto importante, con una vittoria conquisterebbero la salvezza diretta in un clima infuocato. Mi aspetto una partita inizialmente molto tattica, loro giocano bene e hanno tanti interpreti di qualità come Verde e Esposito che possono essere pericolosi anche sulle palle inattive. Sono sicuro che anche nell’altra partita entrambe le squadre daranno tutto, ma sinceramente noi dobbiamo guardare a noi stessi e pensare a vincere una gara complicata. Lo Spezia forse è la squadra che ci ha messo più in difficoltà nel girone d’andata, gioca anche un buon calcio ma come sappiamo il nostro mondo è influenzato molto dai risultati. Dobbiamo essere fieri del nostro percorso, se siamo qui oggi alla vigilia dell’ultima partita con ancora una chance per salire direttamente vuol dire che è stato fatto qualcosa di veramente grande.“