leao mercato psg

Rafael Leão è nell’occhio del ciclone dopo le ultime prestazioni negative. La stagione dell’esterno portoghese del Milan è stata caratterizzata da più ombre che luci. Pochi i gol, discreto il numero di assist. Qualche grande fiammata, ma tante battute a vuoto.

L’ex calciatore dello Sporting sembrava essere sul punto di approdare a un ricchissimo top club inglese due stagioni fa. MVP del campionato 2021-2022, Rafael Leão è stato trattenuto dal Milan. L’annata scorsa è stata tutto sommato positiva. Quella attuale deludente, almeno per i suoi standard.

In occasione della gara pareggiata 3-3 contro il Genoa, il numero 10 rossonero è stato subissato di fischi dal pubblico di San Siro. Al minuti ’67 è stato sostituito da Noah Okafor, uno degli acquisti di questa stagione. In sua difesa è intervento Cancelo, ex Inter e Juve e compagno di squadra di Rafael Leão.

Il portoghese è un calciatore dal grande potenziale, spesso inespresso a causa di una certa insofferenza tattica e ambientale. D’altronde Stefano Pioli lo sta facendo giocare decisamente troppo lontano dalla porta e il ragazzo non viene messo in condizione di incidere al meglio. Tuttavia quest’ultimo ci sta mettendo del suo.

Il Milan avrebbe potuto monetizzare contestualmente al rinnovo. Per quanto mostrato quest’anno, e alla soglia delle 25 primavere, il valore di mercato di 90 milioni sembra esagerato. Dopo aver ricostruito parte della squadra con la cessione di Tonali, il Milan può portare avanti la seconda parte del restyling cedendo Rafael Leão.

Lo scorso calciomercato è stato quantomeno rivedibile. Occorre puntellare una serie di ruoli. In caso di cessione del portoghese, l’Europeo può venire in soccorso dei rossoneri. Ad oggi non vi sono offerte e si è raffreddato l’interesse dei top club. Il PSG dovrà sostituire Kylian Mbappé promesso sposo del Real Madrid. Il club parigino guarda all’Italia e sta pensando all’esterno del Milan ma anche ad Osimhen. Resta da vedere se la dirigenza punterà le proprie fiches su un centravanti puro o su un attaccante più esterno.

Se Rafael Leão non sarà protagonista all’Europeo e il Milan vorrà monetizzare, a quel punto dovrà accontentarsi di cifre più basse. Uno o due anni fa l’ex Sporting e Lille sarebbe stato venduto a cifre elevate. Adesso queste certezze si stanno via via sgretolando.

Ricordiamo che l’attaccante nativo di Almada percepisce un ingaggio di 7 milioni di euro netti a stagione fino al 2028. Cifre per nulla trascendentali per un top club estero, ma che hanno un certo peso per una società di Serie A.