Finisce 3-3 a San Siro tra Milan e Genoa. Un Milan svagato va due volte in svantaggio con la squadra di Gilardino, poi fa 3-2 con Giroud ma si fa riprendere nel finale. Rossoneri con la testa altrove incapaci di tornare ad una vittoria che manca ormai da quattro partite (l’ultimo successo a Lecce). Milan lungo, poco compatto a livello difensivo che ha concesso troppi spazi al Genoa che dal canto suo ha dimostrato spirito e coraggio e voglia di combattere. Il Milan sale a 71 punti, il Genoa a 43.

Nel Milan Pioli conferma Sportiello tra i pali. Tornano Theo Hernandez e Tomori con Gabbia preferito a Thiaw. Sulla trequarti Chukwueze prende il posto di Loftus-Cheek. Gilardino deve fare a meno di Gudmundsson non convocato per influenza. Al fianco di Retegui gioca Ekuban. Pronti via e Milan subito in possesso palla con Bennacer che si abbassa sulla linea di Tomori per impostare. Lo stesso Tomori poco dopo sbaglia il tempo dell’intervento travolgendo sullo slancio Vogliacco. Rigore Genoa. Sul dischetto si presenta Retegui che spiazza Sportiello, porta in vantaggio il Grifone e torna al gol dopo 70 giorni. Prova a reagire il Milan con Pulisic che agisce tra linee. L’ex Chelsea va vicinissimo al pareggio con un bellissimo tiro a giro di destro ma colpisce un palo clamoroso con Martinez battuto. Continua la pressione degli uomini di Pioli. Bel colpo di tacco di Leao per la conclusione di Reijnders che prende la mira ma calcia fuori dallo secchio della porta. Il Genoa chiude bene gli spazi e si distende bene quando riconquista la palla. La squadra di Gilardino riparte sempre forte con Ekuban, Frendrup e Retegui che lavorano bene il pallone per gli inserimenti dei centrocampisti. Sul finire del primo tempo tripla occasione per il Milan con Leao, Pulisic e Theo Hernendez ma Martinez dice no. Al 46′ arriva però il pareggio dei rossoneri. Chukwueze rientra sul sinistro e mette una palla morbida in mezzo sulla quale irrompe Florenzi che di testa batte Martinez per l’1-1 del Milan. Si chiude qui la prima frazione.

Inizia la ripresa e il Genoa torna in vantaggio. Discesa sulla fascia di Vogliacco che alza la testa e mette un gran cross per lo stacco imperioso di Ekuban che batte Sportiello. 1-2 Genoa. Annullato poco dopo un gol al Milan per un fuorigioco di Chukwueze. Spinge il Milan con Theo Hernandez e Leao che ci provano sulla sinistra. Prima il portoghese calcia spedendo alto sopra la traversa. Poi il terzino dopo una bella progressione palla al piede calcia di sinistro ma Martinez si fa trovare pronto. Pioli toglie Leao per Okafor. Proprio quest’ultimo appena entrato lascia sul posto Vogliacco e mette in mezzo per Giroud che tenta un improbabile scavetto mettendo clamorosamente fuori.Poco dopo il Milan pareggia con Gabbia. Florenzi dalla bandierina trova il colpo di testa vincente del centrale rossonero che prende il tempo a Spence e Retegui battendo Martinez. Doppio cambio di Gilardino: fuori Badelj e Martin, dentro Strootman e Haps. La ribalta il Milan con Giroud! Pulisic scucchiaia verso il secondo palo per la spettacolare girata mancina al volo del centravanti francese. Pioli richiama Bennacer e Chukwueze per Adli e Thiaw. Chiude le linee di passaggio ora il Milan. Gilardino richiama Vogliacco ed Ekuban per Cittadini e Papadopoulos. All’87’ arriva il pareggio rossoblù. Thorsby attacca bene lo spazio e mette dentro un pallone che Tomori rinvia sul corpo di Thiaw che nel tentativo di anticipare Retegui beffa Sportiello. Finisce 3-3 a San Siro. La squadra di Pioli riesce a ribaltarla ma nel finale subisce il pareggio rossoblù.