Mercoledì Primo Maggio, nel post partita di Ascoli, il tecnico del Cosenza William Viali aveva annunciato che, una volta raggiunto l’obiettivo della salvezza, i suoi ragazzi avrebbero giocato le ultime partite con un pizzico di follia. Ed è proprio quello che la compagine silana ha fatto quest’oggi nella sfida interna contro lo Spezia, terminata in parità sul risultato di 2-2. Protagonista del pomeriggio “folle” del San Vito-Marulla di Cosenza è stato il bomber Gennaro Tutino, autore di una fantastica doppietta.

Nel primo il numero 9 rossoblù ha trovato il vantaggio dopo soli cinque minuti di gioco con una perla su calcio di punizione, che ha sorvolato la barriera ligure e sorpreso l’incolpevole Zoet. Nel secondo tempo il bomber napoletano ha trovato il raddoppio con un pregevole colpo di tacco sugli sviluppi di un corner. Tuttavia i bianconeri sono riusciti a rispondere ai due bellissimi gol di Tutino, andando a segno con Reca nei minuti di recupero della prima frazione di gioco e con Elia al 73′. Per il Cosenza il pari odierno è il sesto risultato utile consecutivo ma, in virtù delle vittorie di Brescia e Sampdoria, deve rinunciare al sogno Play-off. Con il punto conquistato contro la squadra di Luca D’Angelo i Lupi della Sila salgono a quota 46 punti e si piazzano al decimo posto in classifica in condominio con Pisa, Cittadella e Reggiana.

Foto twitter account Serie B BKT

Nel post partita di Cosenza-Spezia il tecnico dei silani William Viali ha commentato il pareggio interno della sua squadra, come riportato da Cosenza Channel.

“Oggi c’è l’orgoglio per i miei ragazzi. Abbiamo fatto una partita vera. Non era facile per come si era messa a fine primo tempo e contro una squadra che si giocava tutto come lo Spezia. Il dispiacere – spiega Viali – è il gol del 2-2 per com’è arrivato. Ci tenevamo a chiudere in bellezza. Non ci siamo riusciti per il risultato ma lo abbiamo fatto nell’atteggiamento. E la gente spero si sia rispecchiata in questa squadra. Il calo nel secondo tempo è giustificato anche dal percorso dal quale proveniamo. Non dimentichiamo che le scorse partite sono state partite durissime. Quindi oggi dopo il 2-2 ho visto tanta fatica da parte nostra, mentre loro, considerando che era una partita vitale, avevano ancora qualcosa dal punto di vista nervoso. Per arrivare a goderci la partita di oggi c’è stato davvero un importante dispendio di energie nelle gare precedenti.

Fare meglio di quest’anno nella prossima stagione? Mi piacciono le sfide ma ora non so quale potrebbe essere la prima richiesta alla società per il futuro. Siamo sempre rimasti concentrati solo sull’obiettivo di quest’anno. Dopo il mio arrivo, dopo le prime due settimane, anche io mi sono preoccupato ed ho dovuto fare un lavoro importante per smuovere quella situazione. Gemmi? Con lui è nata un’amicizia e ci siamo sempre sentiti anche quando non ero qui. Credo che lui abbia vissuto tante situazioni complicate”.