cagliari ranieri

Alla Sardegna Arena, il Cagliari di Ranieri trova un bel pareggio contro un Lecce combattivo e che non molla un pallone. I sardi passano in vantaggio durante la prima frazione di gara con Mina, al 26esimo del primo tempo. La squadra di Claudio Ranieri, però, rimane in 10 a causa del doppio giallo a Gaetano sul finire della prima parte di gara.

Il Lecce non ha approfittato immediatamente del vantaggio dell’uomo in più e non è riuscita ad affondare il colpo. La squadra di Gotti è riuscita a pareggiare la gara soltanto nei minuti finale del match, quando Krstovic trova il pareggio e l’1-1 definitivo.

Foto sito cagliari

Ora i sardi si trovano a 33 punti a 5 punti dall’Udinese che ne ha 29 al terzultimo posto, mentre il Lecce con 37 punti potrebbe essere salvo già dalla prossima gioranta di campionato. Il Cagliari di Ranieri dovrà scendere in campo a San Siro contro il Milan di Pioli, che non ha più nulla da chiedere al campionati, se non aumentare il distaccare dalla Juventus che si trova al terzo posto in classifica.

Alla fine del match, Claudio Ranieri ha parlato del pareggio del suo Cagliari e della grande voglia che hanno i suoi ragazzi di continuare a lottare per la salvezza. Anche le parole dell’allenatore ai microfoni di SkySport:

“Mi viene da ridere per il fatto dell’ammonizione. L’arbitro credo che abbia visto bene. Quando vieni richiamato è logico che devi cambiare la tua interpretazione. Ero in dubbio se l’avesse preso. Si vede Gaetano che allunga il piede per calciare e poi è come se lo ritrae. Però l’ha preso. Peccato perché stavamo facendo bene. Non abbiamo fatto giocare il Lecce come volevano. L’espulsione ha cambiato la partita. Per il risultato sono contento perché abbiamo ottenuto fino a quando abbiamo potuto tenere. Quando non si può vincere meglio portare un punto a casa. Non abbiamo quei meccanismi che esce il quinto e il terzo viene a fare il quarto. Dobbiamo fare di necessità virtù”.

Poi Ranieri si è soffermato sulla dinamica dell’azione che ha portato all’espulsione di Gaetano:

“L’arbitro aveva ammonito Gaetano che aveva provato a evitare l’avversario, ha anche provato a ritrarre la gamba. Queste sono gare super importanti. Va bene così. All’arbitro ho detto semplicemente che non mi era sembrato che l’avesse toccato”.