Il Venezia è uscito sconfitto contro il Catanzaro e le possibilità di una promozione diretta sono appese ad un filo. Con la vittoria del Como contro il Cittadella, la distanza adesso è di 4 punti a 2 giornate dalla fine. Infatti ai lombardi basterà una vittoria contro o il Modena nel prossimo turno o Lecco (già retrocesso) nell’ultimo turno. Il Venezia ha dilapidato tutto e a causa anche della sfortuna del campo bagnato, è incappato in un KO sanguinoso. Servirà adesso mantenere la calma in queste ultime settimane per evitare di essere recuperati dalla Cremonese (vantaggio dei lagunari di 4 punti). Il prossimo turno vedrà la squadra di Vanoli affrontare la FeralpiSalò al Penzo.

Foto Twitter account Venezia FC

In conferenza stampa Paolo Vanoli ha analizzato la sconfitta del Venezia contro il Catanzaro per 3-2, come ha riportato TuttoVeneziaSport: “Il bello del calcio, succedono anche queste cose e dobbiamo essere più furbi a capire che le situazioni cambiano in un attimo. In partite di questo livello la differenza la fanno i dettagli. L’unica nota negativa è stata l’espulsione, esagerata, di Sverko. Lì cambia ancora la partita, cerchiamo comunque di vincerla ma come accade spesso a questa squadra non c’è lucidità che talvolta il pareggio ti tiene aperte le porte. Da un lato è bello vedere una squadra che ci prova fino in fondo, ma in queste situazioni c’è da restare sempre lucidi. Abbiamo incontrato un ottimo avversario ed è stata una partita avvincente. Sicuramente ora il Como ha un grandissimo vantaggio. Dobbiamo sempre guardare la prossima, dobbiamo cercare di vincere le altre due sperando di. Poi c’è da chiudere eventualmente la posizione per i playoff, il morale non dev’essere a terra, dobbiamo avere voglia di lottare da qui alla fine”.