buffon addio

L’ex portiere della Juventus e della nazionale, Gianluigi Buffon, ha parlato del suo passato in bianconero, svelando che è stato anche vicino all’addio a Torino. Durante un’intervista a La Repubblica, l’ex numero 1 Campione del Mondo, ha sottolineato i momenti no della sua avventura alla Juventus, che spesso sono coinicisi con importanti offerte da parte di top club esteri ed italiani.

buffon juve
Sito ufficiale Juventus FC

Il portierone che tanto ha dato ai tifosi bianconeri, ha sottolineato come, prima di approdare a Torino dal Parma, era satato contattato dalla Roma. Sembra, infatti, che i giallorossi stessero premendo forte sul Buffon così come il Barcellona. Ecco le sue parole durante l’intervista:

“Nel 2001, dal Parma, avevo quasi fatto con la Roma. Era questione di dettagli. Poi anche col Barcellona. Alla fine però sono andato alla Juve. Poi nel 2005 c’è stata una grandissima società straniera che mi voleva, ma non l’ho presa in considerazione. Nel 2011 stavo di nuovo andando alla Roma: mi chiamò Montali, mi piaceva e con la Juve s’era rotto qualcosa. Poi però arrivò Conte e impose la mia presenza. Quando dal Psg sono tornato alla Juve stavo per andare al Porto. Avevo già visto i voli, la città. E altre due volte sono stato vicinissimo all’Atalanta. La seconda avevo deciso. Ma alla Juve mi conoscono come le loro tasche. Fecero una riunione: c’eravamo io, Paratici, Pirlo. Che mi disse: Gigi, cavolo, è il primo anno che alleno, sono venuto sapendo che c’eri tu… Cosa potevo rispondergli?”.

Di sicuro la differenza nello scegliere sempre la maglia bianconera l’ha fatto il grande rapporto che Buffon aveva con l’ambiente. Questo lo ha portato sempre a preferire Torino, invece di altre città. Proprio il portierone non ha poi escluso di un possibile ritorno in bianconero, magari in dirigenza o nello staff della Juventus che verrà.