Al Gewiss Stadium di Bergamo l’Atalanta ha battuto l’Empoli per 2-0 con un gol per tempo. Nella prima frazione di gioco Pasalic ha trasformato il rigore che ha portato in vantaggio la squadra orobica. Nella ripresa Lookman ha realizzato il gol decisivo. Con questo successo la Dea sale a quota 57 punti rimanendo in corsa per un posto in Champions League. Mentre la compagine toscana non è riuscita a ripetere il successo ottenuto la scorsa settimana contro al Napoli ed è uscita sconfitta malgrado la buona prestazione messa in campo.

La cronaca della partita

Primo tempo intenso e vibrante, con l’Empoli che è partito forte cercando di fare mala all’Atalanta. Al 4′ i toscani hanno avuto una ghiotta occasione con Niang che, dopo aver ricevuto il pallone da Cambiaghi, ha calciato in porta ma il pallone è finito fuori sulla sinistra. La reazione dei nerazzurri arriva poco dopo con El Bilal Tourè, che riceve palla dalla trequarti e prova l’incornata ma la sfera termina alta sopra la traversa. Sfumata l’occasione prosegue il forcing della Dea e al 7′ Tourè pesca il nigeriano Lookman che calcia di prima da buona posizione ma Bereszynski devia il pallone in calcio d’angolo. La partita va avanti a ritmi alti: la squadra di casa attraverso il possesso palla ha cercato di aprire varchi tra le maglie avversarie. Mentre gli azzurri sono rimasti sulla difensiva affidandosi ai propri velocisti per far male in contropiede.

Al 20′ Zappacosta irrompe dalla destra e cerca di servire El Bilal Tourè, ma il difensore polacco Walukiewicz intuisce e anticipa l’attaccante maliano. Nell’intervento l’ex Cagliari ha riportato un risentimento muscolare che l’ha costretto ad alzare bandiera bianca. Al 24′ arriva il primo cambio del match, con Davide Nicola che manda in campo Liberato Cacace al posto di Walukiewicz. Verso la mezz’ora i ritmi si fanno più bassi e l’Atalanta, pur rimanendo la squadra più pericolosa in campo, preferisce ad affidarsi alle palle inattive per cercare il vantaggio. Sulla punizione guadagnata dagli orobici in seguito al fallo di Luperto su Miranchuk, costata l’ammonizione al difensore dell’Empoli, Pasalic trova Djimsiti che di testa prova a impensierire Caprile ma il suo tentativo termina fuori. Al 30′ altra occasione per l’Atalanta che ci ha provato sta volta da calcio d’angolo con Hien che però non è riuscito a colpire la sfera al momento giusto.

Gli sforzi della Dea sono premiati al 39′ quando Lookman dalla sinistra ha innescato Tourè, il quale è entrato in area di rigore venendo fermato da Pezzella. L’arbitro però è stato chiamato al Var per rivedere l’intervento del difensore dell’Empoli che è stato giudicato falloso in quanto il numero 10 nerazzurro si era allungato il pallone venendo colpito al polpaccio da Pezzella. Il direttore di gara ha assegnato il calcio di rigore e dal dischetto si è presentato Pasalic che tira di potenza e porta in vantaggio la sua squadra, malgrado Caprile abbia intuito la traiettoria del tiro del centrocampista croato.

Fonte foto account Twitter Atalanta

Per il numero 8 dell’Atalanta è il quinto gol in campionato, il settimo nella strepitosa stagione della Dea. Il gol ha galvanizzato la squadra di Gasperini che ha continuato ad attaccare in modo da chiudere il primo tempo con un doppio vantaggio. Al 43′ sale in cattedra Miranchuk  che ha cercato la rete del 2-0 con un tiro dal limite dell’area sul quale si è immolato Luperto. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero il tandem africano Lookman-Tourè si è reso protagonista di una giocata interessante: il nigeriano ha lanciato in contropiede l’attaccante del Mali che a sua volta ha aperto per l’accorrente Miranchuk. Il trequartista russo è riuscito ad andare alla conclusione ma Caprile è riuscito ad evitare il secondo gol. La prima frazione di gioco termina dunque per 1-0 in favore dell’Atalanta.

Secondo tempo

Dopo l’intervallo le due squadre sono tornate in campo con gli stessi protagonisti del primo tempo. L’Atalanta è entrata in campo determinata ad archiviare la pratica e al 51′ trova il secondo gol con Lookman. Il numero 11 della Dea riceve palla a centrocampo da Hien e si invola verso la porta dell’Empoli, scarta Bereszynski e trafigge Caprile con una conclusione dal limite dell’area.

Fonte foto account Instagram Atalanta

I due allenatori effettuano un altra sostituzione: Gasperini richiama Miranchuk e al suo posto spazio a Koopmeiners. Mentre Nicola opta per il tridente inserendo Cancellieri al posto di Maleh. Finale di fuoco al Gewiss Stadium con le due squadre che continuano a darsi battaglia con l’Atalanta che ha cercato più volte il terzo gol mentre l’Empoli ha provato a trafiggere i padroni di casa in contropiede. Al’89′ Cambiaghi ha provato il tiro a giro ma il pallone finisce sul fondo. L’Atalanta vince e chiude la settimana con un altro successo, dopo quello contro la Fiorentina in Coppa Italia. Il prossimo appuntamento per i nerazzurri bergamaschi sarà giovedì nella partita di andata delle semifinali di Europa League contro al Marsiglia. Mentre l’Empoli sarà impegnato contro il Frosinone nel delicato scontro salvezza.