Nella sfida valida per la trentaquattresima giornata di Serie A l’Atalanta ha sconfitto davanti al pubblico di casa l’Empoli per 2-0. Primo tempo equilibrato con la squadra toscana che ha provato a impensierire la retroguardia nerazzurra con qualche ripartenza. La Dea, invece, ha tenuto il possesso palla cercando i varchi giusti per far male gli avversari sfruttando la velocitò di Lookman e di El Bilal Tourè; quest’oggi particolarmente ispirato. L’attaccante maliano, verso la fine della prima frazione di gioco, si è procurato il calcio di rigore. Dal dischetto Pasalic calcia di potenza, Caprile intuisce ma la palla si insacca in rete. In avvio di ripresa Lookman ha trafitto il portiere dell’Empoli con una conclusione dal limite dell’area. Con questa vittoria l’Atalanta ottiene tre punti preziosi per la corsa al quinto posto, in attesa della gara da recuperare con la Fiorentina, e prosegue il suo momento d’oro dopo che in settimana ha strappato il pass per la semifinale di Coppa Italia. Adesso la Dea tornerà in campo giovedì 2 maggio allo Stade Vélodrome per la sfida di andata delle semifinali di Europa League contro al Marsiglia.

Nel post partita di Atalanta-Empoli Gian Piero Gasperini ha commentato il successo della sua squadra ai microfoni di Sky Sport, come riportato dal sito Gianlucadimarzio.com.

Noi oggi dovevamo assolutamente vincere per rimanere in corsa, abbiamo avvicinato la Roma e tutte. Oggi per noi è una buona giornata. Tutti pensano che abbiamo una rosa profonda, ma in realtà è composta da ventuno elementi e in questo momento due di loro sono fuori. Quelli utilizzati con grande continuità sono 15-16, numero che ho sempre ritenuto giusto. Tutti si sentono pronti, abbiamo qualche giocatore in più in attacco rispetto agli altri reparti. El Bilal Touré è reduce da 2 gravi infortuni, ma adesso sta bene, si muove molto. Su di lui c’è un po’ questa zavorra del costo, ma è un ragazzo straordinario, che ha saputo uscire da momenti veramente difficili e sono felice per luiScamacca sta maturando molto, è un ragazzo molto positivo. Gli ho spiegato subito quello che ritenevo per lui indispensabile, lui si è sempre applicato con grande fiducia e adesso sta raccogliendo il risultato del suo lavoro. Ha parecchio margine, deve diventare un atleta, si sta allenando per questo; e deve variare anche il suo modo di giocare“.