La Lazio vince contro il Verona grazie a un gol di Mattia Zaccagni: l’esterno biancoceleste regala altri tre punti a Igor Tudor. Marco Baroni ha commentato la partita dell’Olimpico ai microfoni di Sky Sport. Ecco cos’ha detto il tecnico dei gialloblù.

Le parole di Baroni su Lazio-Verona

“È chiaro che abbiamo commesso degli errori individuali, vedi anche l’azione del gol. Le occasioni più importanti sono nate da alcuni disattenzioni che non puoi conceder a una Lazio così, che ha qualità, capacità di passaggio e pulizia. Peccato perché la squadra ha fatto secondo me una buona partita, abbiamo tolto a loro molta iniziativa. Offensivamente abbiamo avuto qualche occasione, potevamo essere più lucidi. La squadra è viva, dispiace perché con un po’ di attenzione avremmo portato il risultato. Ora arriva il momento più difficile, dobbiamo fare partite dove centri la prestazione sia individuale sia di squadra togliendo disattenzioni he non possiamo permetterci”.

Poi continua:

“Cosa ho detto ai ragazzi? Ricordo un po’ le cose che dobbiamo fare, rafforzo nella convinzione perché questi sono campi in cui se arrivi e subisci l’avversario è la fine. In queste partite serve compattezza e qualcuno che si sacrifica, non sono sufficienti i primi undici. I cambi sono fondamentali. Per fare una gara così aggressiva nn è facile, ricordo l’unità di intenti. Gol della Lazio? Se andiamo a rivedere è una palla che possiamo gestire, la perdiamo così è nata l’occasione di prima su un fallo laterale. Un’altra palla che abbiamo perso in uscita. La lazio ha i giocatori per metterti in difficoltà, non possiamo perdere queste palle. eravamo anche un po’ aperti, stavamo cercando di gestire la palla. Sono sconfitte che fanno male, ma non possiamo avere timore e perdere l’identità. Dobbiamo fare gol, in questi campi lo prendi e ci sta. Non puoi sbagliare e devi fare una partita dove non lasci niente da questo punto di vista”.

Baroni su Folorunsho

“Folorunsho? La Lazio ha un centrocampo con molta mobilità e qualità, la gestione dei loro trequartisti non è facile. Ho pensato di metterlo lì perché c’era da fare gestione sui duelli. Alla Lazio non puoi lasciare palleggio, abbiamo cercato di toglierlo. Dispiace perché le occasioni nascono da palloni che abbiamo perso, queste squadre con questa qualità arrivano in fondo. Peccato però sicuramente la squadra c’è. Ora pensiamo a lavorare e alle prossime gare”.