roma bellanova

L’esterno del Torino, Raoul Bellanova, ha parlato a SportWeek della sua esperienza con la squadra e del periodo che sta attraversando: “Sono felice nel periodo migliore che abbia mai avuto. Sto bene fisicamente e mentalmente, vivo in una bella città circondato da tifosi che mi amano. Vado al Filadelfia con gioia, non vedo l’ora di allenarmi, di vedere i miei compagni di squadra e di scherzare con loro. Non c’è niente di meglio per un calciatore”.

“Popolarità? Oggi, quando esco, non sono più lo stesso ragazzo di qualche anno fa: quindi, sì. Le persone mi riconoscono e mi piace sempre dare il buon esempio nel mio comportamento. Sento questa responsabilità, soprattutto agli occhi dei bambini. Se mi chiamano 500 volte, mi fermo 500 volte perché ricordo quanto avrei pagato per vivere queste situazioni. Quando un bambino si avvicina a me, mi vedo come un bambino che chiede foto con i calciatori: Non potrei mai dire di no”.

“Da quando il Torino mi ha chiamato, da quando ho parlato al telefono con il Presidente, ho capito che era la scelta giusta da fare. Lui ha sempre creduto in me fin dal primo giorno, anche quando all’inizio ero in difficoltà fisica: Devo tutto al Presidente Cairo. Il bilancio è molto positivo, è una scelta che rifarei altre centomila volte. Mi sento molto più protagonista. Sei assist e un gol poi non sono male…”.