L’eliminazione dall’Europa League e l’ennesima sconfitta nel derby che ha consegnato lo scudetto all’Inter sono mattoni troppo grossi da digerire per il Milan. Il primo ad essere scontento a Milanello è il proprietario di Red Bird, Gerry Cardinale, pronto alla rivoluzione estiva a partire dalla panchina, con Stefano Pioli ormai sulla graticola. Il nome nuovo messo nella lista della spesa rossonera è quello di Domenico Tedesco, attuale c.t del Belgio. Profilo giovane che incarna alla perfezione la filosofia del club, basata sul valorizzare giovani.

Tra i candidati anche Lopetegui e Fonseca. Insomma, tutti e tre stranieri che potrebbero far aprire un nuovo ciclo rossonero. Stefano Pioli, dopo cinque anni in cui ha riportato lo Scudetto e il Milan in Champions League, ha fatto il suo tempo. I rossoneri devono guardare avanti, portare idee nuove, a partire da chi sta in piedi a bordocampo durante le partite. Lo spogliatoio, anche, sembra aver dato tutto con il Pioli allenatore, non ancora grande per via dei limiti tattici che lo hanno imbrigliato nelle grandi sfide, a partire dagli ultimi sei derby e dalle due partite d’Europa contro la Roma.