Questa sera alla ore 20.45 le luci di San Siro si accendono sul derby Milan-Inter, match point del campionato. 

Un incubo per i rossoneri che, in caso di sconfitta, consegnerebbero la seconda stella ai loro storici rivali. Mai prima d’ora nella storia del derby di Milano si è deciso il titolo. Questo match lascerà per sempre il segno su entrambe le tifoserie e sicuramente anche sulle battute che seguiranno negli anni a venire. Il Milan arriva alla partita di stasera dopo la pesante sconfitta contro la Roma ai quarti di finale di Europa League e la sua conseguente eliminazione dalla coppa. L’Inter invece ha 83 punti in classifica e ci arriva dopo un pari in casa contro il Cagliari. All’andata finì 5 a 1 per i nerazzurri, autentici dominatori della partita. 

Ma vediamo ora nel dettaglio le scelte dei due tecnici per il match di stasera. 

MILAN, PIOLI SENZA THIAW E KJAER 

Nonostante Stefano Pioli abbia glissato alle domande sul suo futuro, quellp di stasera sarà probabilmente il suo ultimo derby sulla panchina del Milan. Il confronto con Simone Inzaghi è stato impietoso: solo 2 derby vinti contro gli otto del suo rivale. 

Dopo la Roma sono stati giorni di lavoro, vincere sarebbe importantissimo. Servirà una grande partita: loro sono forti e meritano di vincere lo scudetto, ma non deve accadere lunedì.”, queste le parole del tecnico rossonero in conferenza stampa. 

Vietato sbagliare quindi e per farlo Pioli si affida al 4-2-3-1 con Maignan in porta. In difesa accanto a Tomori ci sarà ancora Gabbia. In avanti non ci sara Giroud: al suo posto gioca Leao prima punta, supportato da Musah, Loftus-Cheek e Pulisic. A centrocampo Adli in vantaggio su Bennacer. Assenti invece Thiaw, squalificato, e Kjaer per infortunio. 

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Adli, Reijnders; Musah, Loftus-Cheek, Pulisic; Leao. All: Pioli. 

INTER, FORMAZIONE AL COMPLETO PER INZAGHI 

“La posta in palio è altissima, sappiamo di aver vinto gli ultimi cinque derby, ma questa cosa non conterà nulla domani. Sappiamo che può essere un giorno importante, ma non è un’ossessione vincere il campionato domani.”

Con queste parole Simone Inzaghi ha presentato il match di stasera sapendo perfettamente di poter entrare nella storia del club ma scegliendo di mantenere un basso profilo. Per farlo il tecnico nerazzurro ha a disposizione la sua formazione tipo. Sommer in porta con Darmian favorito su Dumfries sulla corsia di destra, difeso da Pavard, Acerbi e Bastoni. Rientra dalla squalifica Lautaro Martinez che affiancherá Thuram nella solita coppia d’attacco.

3-5-2: Sommer; Pavard, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Thuram, Lautaro. All: Inzaghi. 

La partita sarà trasmessa in diretta esclusiva sulla piattaforma DAZN a partire dalle ore 20.45. 

Arbitro: Colombo

Assistenti: Meli-Alassio

IV uomo: Massa

VAR: Marini 

Avar: Mariani