sacchi milan pioli

Arrigo Sacchi ha rilasciato un’intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’ e ha condiviso il suo pensiero su Stefano Pioli, l’allenatore del Milan, che si giocherà le sue chance di rimanere per la prossima stagione nella prossima partita di Europa League contro la Roma. “Conosco Pioli da molto tempo e prima era uno dei tanti allenatori tattici, cioè uno di quegli allenatori che non credevano nel gioco. Penso anche che nel corso degli anni abbia cercato di diventare uno stratega e di portare qualcosa di suo. È un’osservazione generale: nel calcio ci sono pochi strateghi e molto gioco tattico, solo negli ultimi anni c’è stato un progresso con qualcuno che finalmente cerca di dominare il gioco. Pioli ci si sta avvicinando”.

pioli sacchi milan

Poi, in un altro passaggio, ha aggiunto: “È giusto o ingiusto giudicarlo in base ai risultati delle prossime partite? Dipende dal mercato dei trasferimenti, mi spiego meglio. Gli allenatori devono imparare a scegliere i giocatori che vogliono per sviluppare le proprie idee. Non so se tutti i giocatori stranieri arrivati al Milan la scorsa estate siano stati portati con l’approvazione o il consenso dell’allenatore. Quindi, sarebbe ingiusto giudicarlo in base ai risultati futuri se non è stato d’accordo o non ha approvato il mercato dei trasferimenti. Altrimenti è chiaro, avrebbe le sue responsabilità”.