gasoer

Al Gewiss Stadium Atalanta-Verona, l’ultimo posticipo della trentaduesima giornata del campionato di Serie A , è terminato in parità col risultato di 2-2. Primo tempo quasi a senso unico, con gli orobici che hanno concesso veramente poco alla squadra avversaria mettendo in campo una prestazione simile a quella sfoggiata giovedì scorso ad Anfield Road contro al Liverpool. Al 17′ Scamacca ha sbloccato la partita con una bella conclusione dal limite. Lo stesso numero 90 nerazzurro si è reso protagonista tre minuti dopo lanciando in porta Ederson, che ha trafitto Montipò portando il risultato sul 2-0. Tuttavia L’Hellas si è dimostrato un avversario tutt’altro che arrendevole e già alla fine del primo tempo ha sfiorato più volte la rete che avrebbe potuto riaprire il match. Nella ripresa la squadra di Baroni è scesa in campo più determinata e al 57′ è riuscita ad accorciare le distanze con Lazovic, che ha realizzato il gol del 2-1. Poco dopo Noslin riesce a trovare la rete del definitivo pareggio. Prosegue dunque la “maledizione” casalinga della Dea che in casa non vince dal 17 febbraio, dal successo ottenuto contro al Sassuolo. Col punto odierno gli orobici salgono a quota 51 punti e attualmente occupano il sesto in classifica a -4 dalla quinta posizione occupata dalla Roma.

Nel post partita di Atalanta-Verona Gian Piero Gasperini ha commentato ai microfoni di Sky Sport il pareggio della sua squadra, come riportato dal sito Gianlucadimarzio.com.

Bella partita, ma ci resta il rammarico per aver buttato un doppio vantaggio. Ma il Verona ha giocato con una grande intensità, credo che da fuori sia stata una bella partita. Calo fisico? Non penso. Anche nel finale abbiamo avuto occasioni importanti. Purtroppo in campionato abbiamo fatto molto bene in alcuni momenti ma abbiamo anche gettato via delle partite in pochi minuti. Ma fisicamente abbiamo tenuto bene. Testa al Liverpool? Non credo, oggi era importante per recuperare punti su Roma e Bologna. Era fondamentale vincerla per le ambizioni di Champions. Giovedì è un’altra competizione e il mercoledì dopo un’altra competizione ancora. Ma in Serie A diverse partite le abbiamo sciupate in pochi minuti.

Arrivare in fondo a tutte le competizioni ha tanti vantaggi, ma anche alcuni svantaggi. Non è facile avere sempre la condizione ideale fisicamente e mentalmente in ogni gara. Il nostro campionato è molto duro. Non credo che l’Atalanta pensasse a inizio stagione di essere dentro in tre competizioni a fine aprile. Quindi la rosa era pensata di conseguenza. Indubbiamente noi abbiamo fatto le ultime 10 partite quasi tutte in trasferta. È stato un momento molto intenso, ma noi abbiamo cercato di recuperare e fare sempre bene. Abbiamo anche incontrato tutte le migliori. Questa sera speravamo di migliorare la nostra classifica, ma ci sono ancora tante partite in tutte le competizioni. Noi abbiamo deciso di non rinunciare a nulla e di giocarci al meglio tutte. Alcuni giocatori sono veramente degli highlander, giocano sempre.

Liverpool? Abbiamo visto questa sera come il Verona ci abbia fatto due gol in 4 minuti. Quindi dobbiamo stare attentissimi giovedì. Ma questo lo sapevamo già dopo Anfield. Ma chiaramente giovedì sarà un appuntamento straordinario per tutta Bergamo, per l’Atalanta e la sua storia. Dovremo fare una grande partita, nulla è scontato. Ma il traguardo è talmente prestigioso che troveremo tutte le energie“.