Allo stadio San Siro di Milano l’Inter ha pareggiato contro il Cagliari col punteggio di 2-2. Botta e risposta tra le due squadre che si sono affrontate a viso aperto. E’ stato un bel match questo, una degna chiusura della domenica di Serie A. Questo pari però accontenta più il Cagliari (in base alla classifica) e poco il l’Inter. Con i pareggi di Milan (col Sassuolo), del Napoli (col Frosinone) le due squadre con una vittoria potevano mettere il punto esclamativo su questa giornata. La prima azione del match è stata sui piedi di Barella da calcio d’angolo, ma il tutto è stato interrotto per un fuorigioco di Thuram. Al 7′ altra grade occasione per i neroazzurri con Dimarco, il tiro non ha centrato lo specchio della porta. In questi primi minuti di gara l’Inter è stata offensiva con due grandi potenziali occasioni. La risposta del Cagliari però è stata rabbiosa all’11 minuto con Luvumbo, ma il pallone è uscito di poco a lato. Al 13′ è l’Inter ad andare in vantaggio: Darmian ha visto il taglio di Sanchez che immediatamente ha servito Thuram che non ci ha pensato due volte per trafiggere Scuffet per l’1-0.

Foto Twitter account Inter

Il Cagliari però non si è demoralizzato e al 17′ Luvumbo, il migliore dei suoi, ha provato a forzare la mano di Sommer senza avere fortuna. Dopo un break degli ospiti, la squadra allenata da Simone Inzaghi è tornata all’arrembaggio con Thuram e Sanchez, ma i due non si intendono al meglio. Dopo il gol subito la partita si è accesa con occasioni da ambo le parti. A tornare sotto è stato il Cagliari prima col solito numero 77 e subito dopo Shomurodov, ma entrambe le occasioni non sono state ideali. L’arbitro Francesco Fourneau al 28′ ha annullato un gol a Barella per fuorigioco. Cambio tattico per la squadra di Claudio Ranieri: fuori Jankto per Prati. L’ultima occasione di questo primo tempo è stata di Mina, ma Barella ha respinto il tiro. Dopo 1 minuto di recupero l’arbitro ha fischiato per due volte terminando così la fine del primo tempo. Una bella partita fin qui e ben aperta con l’Inter più precisa sottoporta e il Cagliari che con Luvumbo ha avuto tante occasioni.

Foto Twitter account Inter

La ripresa del match è stata sulla falsa riga del primo: l’Inter in avanti per aumentare il gap. Al 47′ Darmian sul più bello è stato fermato da Hatzidiakos che si è rifugiato in angolo. Poco dopo Dimarco da una sventagliata dalla distanza è stato deviato da Scuffet in angolo. Prima occasione per il Cagliari in questi secondi 45 minuti con Obert. Sommer ha chiuso bene. All’ora di gioco Calhanoglu è stato fermato dal portiere cagliaritano che in questa partita è in grande spolvero. Dall’angolo Sanchez non è riuscito ad impattare bene. Simone Inzaghi ha deciso al 65′ di togliere Mkhitaryan per inserire Frattesi.

Foto Twitter account Inter

Al 66′ la determinazione del Cagliari è stata esaudita: lancio di Obert, sponda di Luvumbo e tiro di Shomurodov per l’1-1 degli ospiti. Dopo il gol subito l’Inter si è immediatamente rimessa ad attaccare la porta di Scuffet prima con Sanchez e poi Frattesi. Ma proprio in questa seconda azione Mina ha toccato con la mano la palla. Per Fourneau è calcio di rigore e Calhanoglu ha realizzato al 74′ la rete del nuovo vantaggio. Girandola di sostituzioni: in casa Inter dentro Dumfries, Carlos Augusto e Arnautovic per Darmian, Dimarco e Sanchez. Per il Cagliari invece Di Pardo, Luvumbo e Shomurodov per Zappa, Viola e Lapadula. Ed è proprio l’ex giocatore della Reggina che ha trovato il guizzo per battere ancora Sommer per il 2-2. Lapdula ha visto libero il numero 10 che non ci ha pensato due volte a battere il portiere dell’Inter.

Foto twitter account Lega Serie A

Il centrocampista del Cagliari ci ha preso gusto: al minuto 83 di un soffio non ha trovato la rete della doppietta e del sorpasso sull’Inter. Ultimi due cambi: fuori Hatzidiakos e spazio a Wieteska per il Cagliari, mentre Buchanan per Bastoni. Nei minuti finali ad avere ancora una volta la palla della vittoria sono stati gli ospiti con ancora Viola, ma questa volta Sommer ha chiuso bene la porta. Con questa occasione è terminata la sfida di San Siro con un 2-2 che ha emozionato tutti.