Il Venezia giocherà domani contro il Brescia per spezzare la serie negativa iniziata due giornate fa. La squadra lagunare ha perso il secondo posto ed è scesa in quarta posizione, ovvero playoff e non promozione diretta in Serie A. Non è una questione facile questa per la squadra allenata da Paolo Vanoli perché la tensione in questo finale di stagione è alta e le pressioni sono sempre più alte. Mancano infatti 6 partite alla fine della stagione e ogni punto sarà fondamentale per raggiungere l’obiettivo. Contro il Brescia il Venezia dovrà mettere quindi il 110% per poter portare a casa l’intera posta in palio.

Foto Twitter account Venezia FC

Paolo Vanoli in conferenza stampa ha presentato la partita tra il Venezia e il Brescia, match che chiuderà questa giornata di Serie B: “Non vedo questa gara come uno spartiacque, ma come un’altra partita importante in questo finale di stagione. Siamo concentrati su un impegno alla volta come abbiamo sempre fatto, lavoriamo per un sogno importante ma dovremo essere bravi a raggiungere ogni piccolo obiettivo che ci poniamo. Per le ultime due partite non ho provato né delusione né arrabbiatura, saper stare lì quando ci sono le pressioni è molto difficile ma questo è una caratteristica dei vincenti. Secondo me il pareggio ad Ascoli è stato comunque un buon punto per l’ambiente chi ci aspettava e perché, a differenza della gara contro la Reggiana, abbiamo saputo usare la testa rimanendo così agganciati alle prime posizioni. A volte si rischia di farsi prendere dal panico, il secondo tempo è stato giocato con intelligenza. Il Brescia nelle ultime partite ha una media punti altissima, Maran sta facendo un grande lavoro, conosciamo le loro qualità. Sono una squadra compatta e sarà una grande battaglia, stanno facendo molto bene in fase difensiva e in transizione offensiva, hanno giocatori di qualità che hanno lo spunto per la giocata decisiva. Noi dovremo sfruttare bene le nostre caratteristiche“.