Il Cosenza ha rimontato contro il Palermo e ha pareggiato 1-1. Un pareggio che non ha dato quella spinta ai calabresi per poter smuovere la classifica, ma anzi a causa della vittoria della Ternana sulla Cremonese la graduatoria adesso è peggiorata. La distanza dalla zona playout è di 1 punto (Bari e Spezia sono rimaste al palo ma hanno 35 punti, mentre gli umbri vincendo a Cremona hanno fatto saltare il banco). Nota positiva la rete di Tutino, ex di turno, che ha calciato un rigore pesantissimo dando così il pareggio alla squadra calabrese. Il prossimo turno il Cosenza affronterà la Reggiana, match assolutamente da vincere per i Lupi di Calabria.

Foto twitter account Serie B BKT

William Viali ha analizzato il pareggio tra il Cosenza e il Palermo, come ha riportato Cosenza Channel: “Dopo aver raggiunto il pareggio abbiamo spinto per vincere la gara. Mi è piaciuto sotto questo aspetto lo spirito della squadra. Sono due partite di fila che i ragazzi dimostrano di avere tenacia e di non mollare. Siamo andati sotto, l’abbiamo recuperata e potevamo ribaltarla. Abbiamo preso un punto contro un avversario davvero di spessore. Certo, dal punto di vista qualitativo bisogna dire che il Palermo in fase di palleggio ha mostrato maggiore qualità. Lo testimonia anche il dato del possesso palla, ma nello scacchiere ogni nostro giocatore aveva riferimenti frontali. Alla fine abbiamo rischiato poco: nel primo tempo abbiamo colpito un legno noi e uno loro e poi hanno avuto solo l’occasione con cui hanno sbloccato il risultato. Difficile non concedere almeno una occasione, ad una squadra come il Palermo. Complessivamente quindi, il loro si è rivelato un possesso sterile. Cosa ci manca? La capacità di ribaltare le situazioni, di trasformare un’azione difensiva in offensiva. Però questo spirito battagliero mi conforta. Sono due volte che andiamo sotto e recuperiamo. Questo mi tranquillizza per il futuro»