Quasi inutile è stato il pareggio tra Cosenza-Palermo per 1-1: vantaggio palermitano con Buttaro e pareggio su rigore di Tutino. La classifica delle due squadre è rimasta invariata, ma le avversarie si sono allontanate (il Catanzaro sul Palermo), mentre la Ternana si è avvicinata al Cosenza. Il pari quindi è stato un risultato pessimo per le due rose, ma alla fine deve accontentare le due compagini. Eppure i rosanero erano andati in vantaggio e si pensava che tale situazione potesse permanere fino a fine gara, ma il bomber Tutino ha riequilibrato il match concludendo così sull’1-1. La prossima partita sarà molto importante per il Palermo perché affronterà il Parma capolista.

Michele Mignani in conferenza stampa ha analizzato il pareggio tra il Cosenza e il Palermo, come ha riportato TifosiPalermo: “Cosenza è una squadra che non muore mai, capisco l’ambiente ed è una squadra che ha sette vite. Non ha mollato ed è riuscita a pareggiare. Bisogna capire cosa faranno le altre ma è una squadra che può tranquillamente salvarsi. Non c’è una regola che scrive che chi ha più possesso palla vince le partite. Mi è piaciuta la gestione della palla, in qualche situazione ci siamo costruiti grandi occasioni come per la traversa o nel secondo tempo con Soleri. Ci è mancato il secondo gol ed è chiaro che quando la posizione di classifica è quella il pensiero non è mai sereno, si gioca per vincere e noi lo faremo.