Domani, sabato 13 aprile, il Parma, capolista del campionato cadetto, ospiterà allo stadio Ennio Tardini lo Spezia per la sfida valida per la trentatreesima giornata di campionato. Nella gara di andata, disputatasi lo scorso 2 dicembre in occasione del quindicesimo turno di Serie B, i ducali hanno espugnato il Picco di La Spezia vincendo per 0-1 grazie allo sfortunato autogol di Joao Moutinho. Nella gara di domani il Parma cercherà di tornare alla vittoria dopo due giornate di astinenza, dove sono arrivate la sconfitta contro al Catanzaro e il pareggio a reti bianche contro al Sudtirol, sfruttando al meglio il calore del pubblico di casa per ottenere tre punti preziosi per consolidare il comando della classifica. Dall’altra parte, invece, lo Spezia cercherà di strappare una vittoria che gli consentirebbe di tirarsi fuori dalla zona Play-out e sperare nella salvezza diretta.

In conferenza stampa il tecnico del Parma Fabio Pecchia ha presentato la sfida contro allo Spezia valido per la trentatreesima giornata del campionato di Serie B, come riportato da Parmalive.

“Credo vengano a fare ciò che sanno fare. Le squadre non cambiano identità in una settimana, nel bene o nel male. Lavorano e fanno le loro cose, poi dipende tanto dalla gara e dall’avversario, dal nostro ritmo e da come attaccheremo gli spazi. Hanno una rosa valida, giovani forti e con cinque risultati utili consecutivi alle spalle. Stanno bene. Nelle ultime gare hanno sviluppato sugli esterni poi dipende dagli interpreti che sceglierà D’Angelo. Dovremo rischiare giocate di prima. Il rapporto tra me e D’Angelo? Lo spettacolo deve essere sul campo, la gara è lì. Lo conosco bene (Verde ndr), bisogna tenerne conto. Ha qualità ed esperienza, sa fare cose importanti ed è in grado di giocare su tutto il fronte d’attacco. Sicuramente servirà attenzione. Tutto quello che c’è fuori ha valore marginale. Il lavoro va continuato. La partita è domani poi ce ne saranno altre cinque. C’è ancora un mese di lavoro. La squadra deve costruire e mantenere l’entusiasmo. C’è voglia di meritarci questa posizione di classifica e questo richiede sforzi non solo fisici ma anche mentali. Ma il tutto va vissuto con assoluto equilibrio, con la gioia e la voglia di andarsi a giocare qualcosa di bello.

Stanno tutti bene, hanno recuperato. In queste ultimi giorni hanno avuto questo dentro-fuori che gli ha interrotto un po’ il percorso, ma ora sono rientrati e stanno tutti in buone condizioni. Osorio è entrato molto bene a Bolzano e ha dato buoni segnali. E’ una soluzione, quella del centrocampo a tre, che abbiamo adottato e ci ha dato risultati, soprattutto in termini di solidità ed equilibrio. E’ un’opzione, stanno tutti bene e la rosa è tutta a disposizione. Mi piace pensare una squadra che mantenga il suo entusiasmo. Questo rapporto di unione ed emozione che c’è stato fino adesso deve continuare. Fa piacere ai ragazzi, fa piacere a me e dobbiamo tenerlo fino alla fine. E da parte nostra c’è la voglia di regalare emozioni”.