In un clima tutt’altro che disteso, la Lazio scende in campo per l’anticipo del venerdì sera di Serie A e vince contro la Salernitana. Nonostante l’aspra contestazione da parte della Curva Nord e dintorni, i biancocelesti calano il poker ai granata, sempre più in fondo verso la Serie B.

Felipe Anderson, Vecino e Isaksen riportano il sole in casa Lazio

La Lazio parte fortissima e trova la via del gol dopo 7 minuti con Felipe Anderson, la contestazione è talmente forte che i fischi sovrastano il nome del brasiliano durante l’esultanza dello stadio. Stessa scena per il gol del raddoppio con Vecino. La Salernitana però reagisce subito a segna il gol del 2-1 subito dopo con un colpo di testa di Tchaouna. I padroni di casa crescono però e trovano il terzo gol sempre con Felipe Anderson che sfrutta un buon fraseggio al limite dell’area e l’ennesimo assist di Luis Alberto. Tutto lo stadio continua a contestare, la stagione è stata veramente deludente per i biancocelesti e il malcontento lo stanno mostrando tutto in questo match. Il secondo tempo passa con l’assoluto controllo della partita da parte della Lazio che cerca addirittura il gol anche con Luis Alberto ma Costil respinge tutto. La nota molto positiva della serata è il ritorno in campo di Rovella, fuori da 52 giorni. Anche i subentrati vanno in gol: Isaksen che spiazza il portiere avversario con un destro a incrociare.

La classifica e i prossimi impegni

Con questa vittoria, la Lazio si porta a 49 punti, in attesa della partita che dovrà disputare il Napoli contro l’Empoli. La Salernitana sprofonda sempre di più verso la Serie B rimanendo a quota 15. I prossimi impegni vedranno la Lazio occupata nella delicata trasferta al Marassi contro il Genoa, in programma venerdì 19 aprile. Poi il 23 la semifinale di ritorno in Coppa Italia contro la Juventus. Match in casa invece per la Salernitana che ospiterà la Fiorentina.