inter zhang

Sono giorni caldi in casa Inter dove nelle prossime settimane potrebbero esserci importanti novità per il futuro societario. La scadenza del prestito del fondo Oaktree si avvicina e entro il prossimo 20 maggio il gruppo Suning, proprietario del club nerazzurro, dovrà restituire 625 milioni di milioni di euro (350+275 più di interessi). Nei mesi scorsi il presidente dell’Inter Steven Zhang, stando a quanto si apprende dall’edizione odierna del Corriere dello Sport e riportato dal sito Calciomercato.com, aveva proposto il pagamento immediato di 100 dei 275 milioni di euro di interesse al fondo americano per il saldo immediato degli interessi accumulati fino alla scadenza risalenti al prestito del maggio 2021.

In cambio la famiglia Zhang si sarebbe impegnata a spostare la scadenza per restituire tutto il denaro al 2026 o al 2027, aumentando il tasso al 16%. Negli ultimi giorni, dinanzi al rifiuto della società statunitense, il gruppo di Nanchino avrebbe alzato la proposta offrendo addirittura il 20%, dove avrebbe pagato circa 60 milioni di euro all’anno. Tuttavia Oaktree ha rifiutato anche questa soluzione e sta valutando seriamente di riscattare il pacchetto di maggioranza dell’Inter assumendone il controllo. Il motivo che sta portando il fondo americano a compiere tale scelta sarebbe che la gestione Zhang, a detta dei vertici di Oaktree, a lungo andare possa svalutare il valore del club. Pertanto un intervento diretto del fondo renderebbe più appetibile e metterla in vendita nel minor tempo possibile. Tuttavia c’è ancora tempo fino al 20 maggio per il rimborso del prestito e, nelle prossime settimane, c’è la possibilità che il gruppo Suning riesca a raggiungere l’accordo con Oaktree.