Ci sono stati falli, rossi, gol e polemiche durante Lazio-Milan. L’arbitro Di Bello ha uscito ben tre cartellini rossi nei confronti dei giocatori della squadra allenata da Sarri che di conseguenza salteranno la sfida contro l’Udinese. Il primo ad essere cacciato dal campo è stato Pellegrini, poi Marusic e alla fine anche Guendouzi. Una vera e propria mattanza per il mister dei biancocelesti che seguirà con loro la sfida visto che salterà anche lui la sfida per reiterata ammonizione. La Lazio è uscita con le ossa rotte dall’Olimpico: la classifica adesso è molto complessa e contro i friulani non ci saranno tre pedine importanti.

Foto twitter account AC Milan BR

Ad analizzare questi episodi è stato Stefano De Grandis, opinionista di Sky Sport che ha criicato l’operato di Di Bello, come ha riportato LaLazioSiamoNoi: “Chi è inadeguato resti a casa. Se al 94esimo un giocatore generoso come Guendouzi subisce una trattenuta reiterata, dopo aver corso tantissimo, in 9 uomini contro 11 e dopo dà una spinta all’avversario, non puoi mandarlo fuori. Quante giornate di stop dobbiamo dare a Di Bello adesso? O lo mandiamo in Serie B o sta fermo più giornate di Guendouzi che non so quante giornate di qualifica prenderà”.