Claudio Lotito, ha parlato in una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport dopo la bella vittoria in Champions League della Lazio contro il Bayern Monaco nell’andata degli ottavi di finale: “Se è stato il giorno migliore della mia carriera? Sicuramente è stata una grande vittoria, ma eviterei di fare classifiche. Ho sempre creduto che il buon lavoro paga nel lungo periodo”.

“Certi successi sono una spinta importante per andare avanti. Ma non possiamo certo fermarci ad ammirare noi stessi. Soprattutto perché il campionato incombe e ci costringerà presto a una serie di impegni decisivi”, ha sottolineato il numero uno biancoceleste, che il prossimo luglio raggiungerà il traguardo dei vent’anni di presidenza.

lotito lazio bayern
Immobile, autore del gol vittoria della Lazio contro il Bayern Monaco (fonte foto account Instagram SS Lazio)

Tuttavia, non può negare di essersi divertito molto mercoledì sera.
“Sa qual è la vera soddisfazione? Non la vittoria, ma vedere lo stadio Olimpico pieno e unito alla squadra. E vedere i tifosi felici alla fine. Si dice spesso che il pubblico è il dodicesimo uomo. Mercoledì lo è stato davvero e ha fatto la differenza”.

Anche gli altri undici, i giocatori che sono scesi in campo e quelli che sono entrati come sostituti, hanno fatto il loro dovere fino alla fine…
“Assolutamente. Sono stati semplicemente perfetti. CI hanno passione, determinazione, ma sempre mantenendo la massima chiarezza. E alla fine, sono emersi come vincitori meritevoli contro una squadra che è tra le più forti al mondo, sostenuta da un club con un fatturato annuo di 800 milioni.