Per la quarta volta in altrettante stagioni Feyenoord e Roma si incontreranno per decidere chi andrà avanti in una competizione europea. La squadra olandese è stata, suo malgrado, delle “notti magiche” giallorosse nell’epopea di Mourinho: sconfitta in finale di Conference League e si è dovuta arrendere anche l’anno scorso ai quarti di finale di Europa League dopo aver vinto di misura al “De Kuip” e aver incassato un cocente 4-1 all’Olimpico.

Nonostante la delusione di Arne Slot, tecnico del Feyenoord, che avrebbe voluto confrontarsi ancora con lo Special One, sulla panchina della Roma ci sarà Daniele De Rossi e una Roma molto diversa, si spera solo nel gioco e non nello spirito, rispetto a quella che ha incontrato nelle ultime due campagne europee.

De Rossi non cambia la Roma, il Feyenoord alle prese con qualche defezione

La Roma ha cambiato pelle da quando l’ex bandiera è in panchina e, dopo le prime tre uscite positive, ha marcato visita nella sconfitta casalinga contro l’Inter, confermando che per DDR e il suo staff c’è ancora tanto da lavorare sul 4-3-3 che, verosimilmente, scenderà in campo anche a Rotterdam. La prima novità riguarderà il portiere con Svilar che verrà preferito a Rui Patricio.

La linea difensiva sarà composta dall’ex Karsdorp sulla destra, Mancini e Llorente centrali e Spinazzola pronto a rientrare sulla sinistra per far rifiatare Angelino. Con Cristante fermo ai box, facile prevedere l’impiego di Bove a centrocampo, a dare dinamicità ad un reparto che avrà in Paredes il regista e vertice basso e Pellegrini la mezzala pronta ad innescare il tridente che sarà ancora composto da Dybala sul versante destro, El Shaarawy sulla sinistra e Lukaku unico terminale offensivo.

Per gli olandesi, ai box e da valutare Justin Bijlow, Thomas van den Belt e Gjivai Zechiël. Trauner invece dovrebbe essere fuori, mentre Timber (reduce da una commozione cerebrale la scorsa settimana) dovrebbe tornare disponibile. Gimenez al centro dell’attacco nel 4-2-3-1. 

Feyenoord-Roma, le probabili formazioni

FEYENOORD (4-2-3-1): Wellenreuther; Geertruida, Beelen, Hancko, Hartman; Wieffer, Timber; Minteh, Stengs, Paixao; Gimenez

ROMA (4-3-1-2): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Llorente, Spinazzola; Bove, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy