Alle 20:45 l’arbitro fischia l’inizio del match tra Juventus e Udinese con gli ospiti in possesso del pallone. Al 7′ Chiesa tenta il tiro a giro, ma è troppo lento e facilmente disinnescato. Poco altro nel corso della prima metà del primo tempo, con azioni di scarso rilievo. Al 25′ a sorpresa l’Udinese passa in vantaggio; Samardzic batte una punizione in mezzo che subisce una deviazione e finisce inaspettatamente sui piedi di Alex Sandro che pasticcia e apre la porta a Giannetti che segna. Poco dopo Gatti tira una cannonata ma è troppo centrale, un destino simile alla conclusione di Rabiot avvenuta qualche minuto dopo. Altra punizione dei friulani al 40′ che vanno vicini al raddoppio, ma il pallone esce di poco. Al 43′ Milik di testa ha la palla del pareggio ma nuovamente troppo centrale. Si chiude col vantaggio proprio dell’Udinese il primo tempo della sfida con la Juventus.

Foto twitter account Juventus

La Juventus inizia il secondo tempo aggressiva per riagganciare l’Udinese. Proteste di Milik al 56′ che si vede bloccato il tiro con un presunto tocco di mano, ma per l’arbitro non c’è nulla. Al 60′ di nuovo Milik segna di testa sugli sviluppi di un corner, ma il pallone era uscito durante il cross. Ritmi bassi durante seconda frazione ma col pallino del gioco interamente nelle mani dei padroni di casa che, però, sembrano non ricordare di essere sotto nel punteggio. Yildiz all’83’ si inserisce per ricevere il filtrante di Cambiaso ma non riesce a concludere bene in porta. Il match si conclude col risultato di 0-1 e mette definitivamente una riga sulle chance della Juventus di ambire allo scudetto.