Perin infortunio

La Juventus, dopo gli accertamenti relativi a Vlahovic e Chiesa, dovrà fare a meno anche di Mattia Perin che dovrà alzare bandiera bianca a causa di un infortunio al ginocchio. Il secondo portiere della squadra ha subito un lieve trauma al ginocchio destro, con conseguente strappo di primo grado del legamento collaterale mediale.

Perin ha collezionato 4 presenze in questa stagione: 2 in Serie A (alla seconda e alla terza giornata, rispettivamente contro Bologna ed Empoli) e 2 in Coppa Italia a gennaio (contro Salernitana e Frosinone).
Di conseguenza, Allegri sarà senza il secondo portiere per circa tre o quattro settimane. Oltre al primo portiere Szczesny, sarà a disposizione soltanto Carlo Pinsoglio come prima alternativa.

Ecco quante partite salterà Perin con la Juventus

Durante l’allenamento di oggi, Mattia Perin ha subito un lieve infortunio al ginocchio destro. Il giocatore è stato sottoposto a esami diagnostici presso il J|Medical, che hanno evidenziato una lacerazione di primo grado del legamento collaterale mediale. Mattia Perin inizierà ora il processo di riabilitazione per riprendere l’attività nei prossimi giorni.

Non sono state fornite tempistiche ufficiali per il rientro di Perin, ma il recupero per questo tipo di infortunio è solitamente stimato in tre o quattro settimane. Considerando i tempi di recupero previsti, Perin non sarà a disposizione di Massimiliano Allegri per le partite contro l’Udinese (24a giornata di Serie A, lunedì 12 febbraio alle 20:45 allo Stadium), l’Hellas Verona (25a giornata, sabato 17 febbraio alle 18:00 al Bentegodi) e il Frosinone (26a giornata, domenica 25 febbraio alle 12:30), ed è in dubbio anche la sua partecipazione alla partita contro il Napoli (27a giornata, domenica 3 marzo alle 20:45).