Inter Juventus

Questa sera alle 20.45 San Siro accende le sue luci su Inter-Juventus, big match della 23ª giornata di campionato, 251esimo Derby d’Italia. 

Lo scontro diretto per lo scudetto vede i nerazzurri primi in classifica con un punto in più (54) e una partita in meno rispetto ai bianconeri. La squadra di Simone Inzaghi è reduce dalla vittoria in campionato sulla Fiorentina grazie alla rete di Lautaro Martinez, capocannoniere della Serie A, mentre quella di Massimiliano Allegri è incappata in un brutto pareggio in casa con l’Empoli giocato in 10 dopo l’espulsione di Milik nel primo tempo. Entrambe, fin qui, hanno perso una sola partita in campionato, entrambe contro il Sassuolo. 

All’andata finì 1 a 1 con le reti di Vlahovic e Lautaro Martinez, ora la posta in gioco è più alta con la Juventus che non deve assolutamente sbagliare se vuole tenere accesa la lotta per il titolo. I precedenti tra le due squadre vedono un bilancio positivo per i bianconeri con 87 vittorie, 46 pareggi e 48 sconfitte. Ma vediamo ora nel dettaglio le scelte tecniche dei due allenatori.

INTER, INZAGHI RECUPERA BARELLA E CALHANOGLU

Simone Inzaghi ha parlato ieri in conferenza stampa presentando così il match di stasera: “La partita contro la Juve è importantissima ma non sarà decisiva. Molto combattuta. All’andata non è stata una sfida entusiasmante. Cercheremo di fare una grande gara davanti ai nostri tifosi. Scudetto? Non mi interessa quella che dicono gli altri. Noi non ci nascondiamo.”

I nerazzurri non si nascondono più e sanno bene che il successo di oggi vorrebbe dire molto in termini di classifica con la possibilità di portarsi, potenzialmente, a +8 dai bianconeri. Inzaghi schiera il 3-5-2 con Sommer tra i pali, in difesa tornano titolari Acerbi e Di Marco dopo aver saltato la Fiorentina. Ballottaggio a destra tra Darmian e Dumfries con il primo in vantaggio. A centrocampo recupera Barella e Calhanoglu che rientrano dalla squalifica. Tandem offensivo ormai assodato con Lautaro Martinez e Thuram. 

3-5-2: Sommer; Pavard, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Thuram, Lautaro. All. Inzaghi

JUVENTUS, RABIOT E CHIESA TORNANO A DISPOSIZIONE DI ALLEGRI 

La squadra è serena, ha lavorato bene. Sarà una partita bella e difficile. Loro sono primi e noi secondi, ma domani non finisce il campionato”. Con queste parole Massimiliano Allegri ha presentato la sfida di questa sera contro l’Inter, predicando la calma sì ma consapevole che la partita ha un peso specifico non indifferente. Modulo speculare per i bianconeri con Szczesny in porta, davanti a lui rientra Danilo, assente contro l’Empoli, insieme a Bremer e Gatti. Buone notizie a centrocampo con il recupero di Rabiot che formerà il reparto insieme a Locatelli e McKennie. Sulle fasce Cambiaso e Kostic. In attacco Milik è squalificato quindi ci saranno Vlahovic e Yildiz, per ora in vantaggio su Chiesa che ha comunque recuperato ed è a disposizione del mister. 

3-5-2: Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Vlahovic, Yildiz. All. Allegri

Inter-Juventus sarà trasmessa in diretta esclusiva sulla piattaforma DAZN a partire dalle ore 20.45. 

Arbitro: Maresca di Napoli
Assistenti: Carbone-Giallatini
IV uomo: Doveri
Var: Irrati
Avar: Di Paolo