zanetti baldanzi

Paolo Zanetti, l’allenatore che ha lanciato Tommaso Baldanzi all’Empoli nell’agosto del 2022, ha recentemente rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport parlando del nuovo acquisto della Roma. Zanetti ha dichiarato che durante l’estate ha notato sia Tommaso che un altro giovane: “Ho notato durante l’estate sia lui che Fazzini. Mi sono accor­to che Tommaso aveva qualità diverse dalla media e che me­ritava di accorciare i tempi d’inserimento nella prima squadra. Non è stato difficile”.

Quando gli è stato chiesto quali fossero le caratteristiche principali di Tommaso, Zanetti lo ha descritto sia in campo sia caratterialmente: “È rapido e tecnico nello stret­to. In più ha un bel tiro. Ma l’a­spetto che più colpisce è la per­sonalità: tanto è timido e riser­vato nello vita, quanto è sfron­tato e spigliato in campo. Per lui giocare in allenamento o in uno stadio pieno non fa differenza”.

baldanzi dybala roma
Dybala da il suo benvenuto nella Roma a Tommaso Baldanzi (Foto profilo X ufficiale AS Roma)

Zanetti: “Baldanzi e Dybala possono coesistere, non è solo il suo sostituto”

Per quanto riguarda la posizione ideale di Tommaso, Zanetti lo descrive come un classico numero 10, uno dei pochi rimasti: “E’ un 10 classico, uno del po­chi rimasti. Per me può gioca­re trequartista in un 4-3-1-2 o sotto punta nel 4-2-3-1. Ma può anche imparare a fare la mez­zala, certo con carattenstiche offensive”.

Quando gli è stato chiesto se Tommaso sarebbe stato la riserva di Dybala in una formazione ibrida 4-3-3, Zanetti ha affermato: “Per me può anche integrar­si con Dybala, non essere solo la sua alternativa. Di sicuro ha molti margini di miglioramen­to e con un allenatore come De Rossi crescerà anche in una po­sizione nuova”

Quali sono i suoi limiti?
“Deve rafforzarsi fisicamente, aggiungere un po’ di potenza alle gambe: in questo modo diventerà forte anche nella progressione in campo aperto, non solo nel dribbling e nella gestione della palla”.